Re Lou Reed guida la parata d'estate a Coney Island

20 giugno 2010 
<p>Re Lou Reed guida la parata d'estate a Coney Island</p>

Re Lou Reed è apparso imbronciato come suo solito, la regina, Laurie Anderson, sorridente e solare come suo solito, la loro cagnetta Lolabelle, anche lei come suo solito, piuttosto paciosa.

I due musicisti americani, marito e moglie anche nella vita, hanno aperto l'annuale Mermaid Parade di Coney Island. È successo ieri, sabato 19 giugno, due giorni prima dell'avvio ufficiale dell'estate che la parata, appunto, celebra ogni anno con una sfilata in costume nel più famoso parco di divertimenti americano, nonché storica spiaggia di Brooklyn.

A suggerire i loro nomi come coppia regale è stato il re del 2009, Harvey Keitel, mi aveva spiegato Laurie Anderson qualche giorno prima, in occasione di un'intervista per l'uscita, il 14 giugno, del suo nuovo album, Homeland.

«Non credo che ci sia una regola per cui il sovrano di un'edizione indichi il suo successore, ma funziona spesso in questo modo. In realtà», ha aggiunto ridendo, «c'è un'unica legge che va rispettata: il re deve essere originario di Brooklyn. Quanto alla regina, vale il discorso per le donne in generale: di lei non frega niente a nessuno».

E siccome non esiste neppure una norma che vieta ai cani di prendere parte alla festa, sulla carrozzina che apriva la sfilata ha preso posto anche Lolabelle.
Dodici anni, malata di cancro al pancreas, cieca e diabetica, Lolabelle è una sorta di figlia per la coppia Lou-Laurie che, tra le altre cose, condividono la stessa passione per i cani.

Non solo Lolabelle ha suonato le tastiere nell'ultimo disco di Laurie Anderson, i due, il 5 giugno (il giorno del 53° compleanno di Laurie) a Sidney, hanno presentato un concerto intitolato «Music for Dogs»: strumenti tradizionali per gli umani e ultrasuoni per i loro animali che hanno reagito (pare) danzando e ululando (guarda il video).

Durante il nostro incontro, la Anderson mi aveva anche raccontato di aver pensato anche al costume per Lolabelle: «Le ho comprato una bellissima collana dorata in una boutique per cani. Una cosa enorme. Ma non so se alla fine riuscirò a fargliela indossare davvero».

Dubbio legittimo, perché Lolabelle, alla sfilata, portava al collo un semplice collarino (dorato, però). Una sobrietà condivisa con i due padroni in jeans T-shirt e scarpe da ginnastica sotto le tuniche (azzurra per lei e verde per lui), ma non dai sudditi della coppia che hanno sfilato, a migliaia, in costume da sirena, da Nettuno, e da non si-capiva-bene-da-cosa, procedendo a piedi, su auto d'epoca o pedalando su biciclette a forma di pesce.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).