Stefano Pantano «La sconfitta mi dà più forza»

23 gennaio 2010 
<p>Stefano Pantano «La sconfitta mi dà più forza»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Terzo appuntamento stasera su Raiuno con Ballando con le stelle.
Ballerino per una notte sarà Maurizio Costanzo, ormai presenza costante in tutti i programmi Rai da quando ha ufficializzato il ritorno alla casa madre.

La scorsa puntata ha visto l'eliminazione di Stefano Pantano, tre volte campione del mondo di spada e dopo il ritiro commentatore sportivo. Pantano ballava in coppia con Tinna Hoffman, ma la sua esibizione non ha ottenuto il favore della giuria del programma, anzi…

Stefano, cos'è successo sabato scorso?
«Questo bisognerebbe chiederlo alla giuria, visto che la mia eliminazione è stata una sorpresa non solo per me, ma anche per il pubblico a casa, i maestri e i colleghi di gara. Anche perché dopo le esibizioni, soprattutto dopo la prima, i giurati dicevano che me l'ero cavata bene, ma poi gli zero sono fioccati… Un'altra cosa mi è dispiaciuta, nel comportamento della giuria».

Quale?
«Hanno detto che Tinna puntava a mettersi in mostra, il che mi è sembrata una cattiveria gratuita: lei è una che mi ha sempre fatto ballare tutto, provare ogni passo, con grande generosità».

E ora che farà?
«Ci prepariamo per la puntata del ballottaggio. Sono uno sportivo, le difficoltà mi stimolano maggiormente, la sfida mi dà ancor più adrenalina. Scendere sulla pista da ballo è un po' come salire in pedana: la tensione, la sensazione dello stomaco contratto sono simili. Poi si parte e passa tutto».

Chi darà la stoccata decisiva, quella per la vittoria?
«Difficile dirlo. Al momento credo Lorenzo Crespi, che si è esibito in un ottimo tango, gli ho fatto anche i complimenti. Tra le donne, punto su Benedetta Valanzano».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).