Cecilia Capriotti: «Eliminazione inattesa e ingiusta»

13 febbraio 2010 
<p style="margin-bottom: 0cm; text-align: justify">Cecilia
Capriotti: «Eliminazione inattesa e ingiusta»</p>

Si riaprono i giochi a Ballando con le stelle.
Stasera infatti il programma di Raiuno condotto da Milly Carlucci vedrà una nuova disfida, la prova sfidante. Vale a dire che le cinque coppie fino a ora eliminate a ogni puntata dello show si sfideranno tra di loro; la vincente di questo mini-torneo riuscirà a tornare in gara se riuscirà a vincere un'ulteriore sfida... sulla quale però gli autori preferiscono non svelare nulla in anticipo.
In attesa della puntata, abbiamo incontrato l'esclusa della settimana scorsa, l'attrice Cecilia Capriotti, 34 anni il prossimo 27 febbraio, la quale è più che mai decisa a superare ogni ostacolo, stasera al Teatro delle Vittorie in Roma, visto che l'eliminazione è stata a suo giudizio «inaspettata e ingiusta. Non ho nulla da rimproverarmi e dopo la nostra esibizione c'è stato un record di telefonate, ma molte non sono state accettate per problemi tecnici e questo ci ha danneggiato».
Era la sua prima volta come ballerina a questi livelli?
«Sì è un'esperienza bella e impegnativa, in cui tutto è nuovo. La vivo come un'occasione di crescita professionale e personale».
Se non lei, chi vincerà questa edizione di Ballando?
«Tra le donne dico Veronica Olivier, mi sembra una ballerina molto brava. Se invece dovessi scegliere un uomo direi Lorenzo Crespi».
Il suo fidanzato Andrea Perone non è geloso quando la vede ballare con il suo partner Samuel Peron?
«È geloso nella vita privata, ma quando sono in trasmissione sa che è come fossi sul set di un film, anzi mi segue con attenzione e fa il tifo per me».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).