Ronn Moss: «voglio vincere Ballando con le stelle»

05 febbraio 2010 
<p>Ronn Moss: «voglio vincere Ballando con le stelle»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Da Beautiful a Ballando con le stelle, in onda il sabato sera su Raiuno, Ronn Moss continua ad affermarsi come protagonista dei palcoscenici internazionali. In Italia è conosciuto come Ridge Forrester, ma da anni negli Stati Uniti si è affermato con il suo gruppo rock The Player. Lui, che la musica ce l'ha nel sangue, sta imparando walzer, tango e cha cha cha e dice: «Voglio vincere». Ce la farà Ronn a battere Raz Degan o l'italianissimo Lorenzo Crespi?

 

Sta andando alle prove?

«Sì. Oggi sarà una giornata lunghissima. Proveremo tutto il giorno».

 

Qual è lo stile di danza che preferisce?

«Non ho ancora uno stile preferito. È la prima volta che ballo. All'inizio mi sembrava una cosa impossibile però piano piano imparo sempre di più. Ma la sfida di questi mesi non è solo la danza. È mantenere tutti gli impegni che ho tra l'Italia e gli Stati Uniti. Ogni tre giorni prendo un aereo per tornare a Los Angeles perché devo registrare le nuove puntate di Beautiful. Metà settimana a Roma e metà settimana in California. Un vero tour de force. Sono fortunato ad avere amici come Sara, la mia insegnante di danza, che mi aiuta a reggere lo stress».

 

Com'è Sara Di Vaira come insegnante? Sua moglie Davin è gelosa di questa amicizia?

«Sara è fantastica. È la mia preferita. È una bravissima insegnante, è molto paziente, è dolce e ha un grande senso dell'umorismo. E soprattutto sa ridere. Poi, per mia fortuna, parla inglese. Io sto cercando di imparare l'italiano ma non sono ancora in grado di formulare lunghi discorsi. Sara e Davin si piacciono molto. Le prime tre settimane del mio soggiorno in Italia Davin è stata al mio fianco, ha conosciuto Sara e da subito è nata una grande intesa. Poi Davin si fida di me e sa che mai la tradirei».

 

Com'è per un americano lavorare in Italia?

«Io adoro l'Italia. La maggior parte del mio lavoro internazionale lo svolgo qui da voi. C'è uno strano filo che mi lega a questo Paese. Mi ricordo molto bene la prima volta che sono venuto qui, erano i lontani anni Ottanta… Ora sto a Roma, è una città bellissima, andrei ovunque a piedi per godermi le atmosfere che regalano le vie di questa capitale. Infatti quando mia moglie viene a trovarmi ci piace passeggiare per il centro».

 

Quindi sua moglie non sta sempre con te in Italia. Da quanto tempo siete sposati?

«No, lei sta a Los Angeles. Ci siamo sposati a settembre dello scorso anno. In realtà il nostro primo incontro 25 anni fa, poi una sera  del 2004 ero in un bar di L.A. con amici e mi hanno ripresentato questa bellissima ragazza, da quel giorno non ci siamo più lasciati. È la donna della mia vita, ha tutto ciò che io ho sempre sognato: è onesta,  sensibile e mi assomiglia molto. E poi non ama lo shopping, cosa fondamentale (ride). Mi manca. Lei è la mia migliore amica. Con la mia famiglia lontana mi sento un po' solo».

 

Con i concorrenti di Ballando non siete amici?

«Li ho conosciuti per la prima volta nel programma. Sono persone molto gentili ma non posso definirmi loro amico. Li vedo solo durante le prove e  il sabato sera quando andiamo in onda. Posso però dire che Milly Carlucci è dolcissima. Cerca sempre di incoraggiarci e di aiutarci, è adorabile».

 

Ma alla fine chi vincerà quest'edizione di Ballando?

«Mi piacerebbe tantissimo vincere. Mi sto impegnando molto e sarebbe per me un vero onore poter trionfare ».

 

E i giudici?

«I giudici… si sa in quanto giudici a volte dicono cose che feriscono. Però sono i telespettatori con il televoto a fare la differenza. Quindi spero che vedano i miei progressi e il mio impegno».

 

Cambiamo argomento, parliamo di Ridge Forrester. Come sta? È  un po' stanco di lui? E soprattutto di Brooke o Taylor?

«Lo sapevo che prima o poi sarebbe uscito. In effetti  sono stanco di essere associato a lui. In passato mi è successo di sentirmi come intrappolato da questa figura così forte. So che Ridge è stato la mia fortuna e posso definirlo come il mio alter ego, quando per 23 anni sei legato ad un personaggio in un modo o nell'altro diventa parte di te, ma io non sono lui. Sono romantico come Ridge ma grazie a Dio io non vivo tutti i drammi che vive lui. Per quanto riguarda Brooke o Taylor, io tifo Brooke. Lei e Ridge sembrano nati per stare insieme. Ora tutti i fan di Taylor mi odieranno».

 

E nella vita reale? Brooke o Taylor?

«Confermo Brooke. È una mia grande amica. Però con tutto il cast di Beautiful devo dire che c'è un bel rapporto. Siamo una grande famiglia. Sia in Europa che negli Stati Uniti abbiamo un seguito di sostenitori molto fedele».

 

A proposito di Stati Uniti un'ultima curiosità: questo Barack Obama?

«Penso che dobbiamo lasciargli il tempo di agire. Un anno è troppo poco. Però sono molto felice che non ci sia più George Bush. Tutti tranne lui. Non è stato un gran presidente. Magari è un bravo ballerino, chi lo sa».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).