Vittoria Puccini: «Rinchiusa per eccesso di vita»

08 febbraio 2010 
<p>Vittoria Puccini: «Rinchiusa per eccesso di vita»</p>

In La città dei pazzi, miniserie tv sulla straordinaria esperienza dello psichiatra Franco Basaglia in onda con la seconda e ultima puntata stasera su Rai uno,  Vittoria Puccini interpreta una paziente: Margherita: «All'inizio è una ragazzina molto vivace, ribelle e un po' aggressiva. La madre non sa come gestirla e la porta in manicomio. Il dramma è che lei non ha problemi mentali».

Anche lei è stata un'adolescente ribelle?
«No, io ero una ragazzina assolutamente tranquilla».

Cosa l'ha affascinata di questo personaggio?
«Amo di lei l'energia, la vitalità e la voglia di vivere. Margherita non si arrende, non si rassegna mai e continua a sperare di poter riacchiappare la propria vita».

Come si è preparata?

«Ho dovuto lavorare sull' abbrutimento del personaggio, sulla camminata e sulla parlata veneta. Ho letto libri e visto tanti filmati, tra cui una splendida intervista alla vera Margherita».

Si è fatta un'idea personale della legge Basaglia?
«E' una legge straordinaria, ma a dirlo non sono io: le nostre comparse erano in gran parte ex degenti che venerano Basaglia. Quando lo nominano i loro occhi brillano ancora e se cerchi di capire come vivevano in manicomio, la prima cosa che ti chiedono è: "Prima o dopo Basaglia?".
Prima di Basaglia i pazienti erano numeri e anche le persone un po' borderline finivano in manicomio, dove erano perduti: non si cercava nemmeno di curarli».

Si è detta più volte orgogliosa di aver fatto questa miniserie...
«Perché ha una funzione civile importante: far conoscere questo piccolo pezzo di storia del nostro Paese. Spero che la guardino in tanti».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Acqua 77 mesi fa

Interpretazione indimenticabile, Vittoria ha meritato i premi che ha ricevuto per questa Fiction Verità, è un attrice capace di interpretare ogni personaggio e di trasformarsi senza timore, bellissima, migliora in ogni nuova interpretazione.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).