I Minimo vanno al massimo

09 febbraio 2010 
<p>I Minimo vanno al massimo</p>

Tre personaggi, due uomini e una donna, di scuro vestiti, imperturbabili e tristi, che senza mutare espressione né dire una parola mettono in scena una coreografia minimale, su musiche scatenate di Raffaella Carrà . Loro sono I Minimo, trio di mimi veronesi (Francesca Pachera, Nicola Cracco e Nicola Ludovici, «quello con i capelli») nato da un laboratorio di clownerie e teatro comico tenuto nel 2001 da Diego Carli, che poi è diventato il loro regista e autore, e Paolo Rozzi. Dopo la gavetta di Zelig Off da quest'anno sono approdati sul palcoscenico di Zelig, stasera su Canale 5. Ne parliamo con Nicola Ludovici.

Come si fa ad avere successo in televisione senza dire una parola?
«La nostra è una comicità visuale, quello che all'estero si chiama appunto visual comedy. Ci rifacciamo alla Commedia dell'Arte e al cinema muto».

Siete artisti a tempo pieno?
«No, io faccio il pubblicitario, Nicola Cracco il chirurgo e Francesca la commessa. Il difficile è conciliare quelli che io chiamo il lavoro 1, quello ufficiale, con il lavoro 2, il cabaret».

Come mai usate le canzoni della Carrà per i vostri numeri?

«Un'idea di Diego Carli: la comicità nasce dal contrasto, dal confltto di due situazioni e il gioco comico in questo caso è l'accostamento di canzoni così spensierate e allegre con personaggi così depressi. Siamo i comici più tristi della storia».

La musica della Raffaella nazionale tornerà anche nei vostri prossimi sketch? «Il repertorio della Carrà è vasto e offre ancora molti spunti, ma non credo andremo avanti per sempre con lei».

Nei vostri spettacoli dal vivo invece che cosa combinate?
«In Romeo e Giullarate abbiamo sintetizzato il dramma di Shakespeare in 5 minuti e lo proponiamo in 12 stili differenti Romeo arrabbiato, svogliato, sbagliato che corteggia una Giulietta western, giapponese, spaziale… A Beautiful Day invece è ambientato in un ufficio».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).