Margareth Madè:« Sophia Loren è stata come una mamma»

15 marzo 2010 
<p>Margareth Madè:« Sophia Loren è stata come una mamma»</p>

Bella lo è, nei panni della giovane Loren, alla quale un pochino somiglia. Le mancano forse quella sensualità prorompente e quella vitalità da sopravvissuta che hanno fatto di Sophia Loren un'icona mondiale della femminilità italiana, ma i tempi sono anche cambiati. Margareth Madè, l'attrice siciliana lanciata da Tornatore nel film Baaria, ha debuttato nella miniserie Rai uno La mia casa è piena di specchi. Sarà Sophia Loren, dagli inizi della carriera fino all'Oscar per La ciociara (e accanto lei ci sarà la vera Loren nei panni della madre Romilda Villani).

Dopo averla guardata interpretare se stessa, Sophia Loren l'ha promossa a pieni voti: come si sente?

«Non trovo le parole. Lavorare con lei è stata un'esperienza eccezionale, sia dal punto di vista professionale che da quello umano».

Cosa ha provato quando ha messo piede sul set?

«All'inizio ero piena di timori, d'incertezze, poi studiando la sceneggiatura ed entrando nel personaggio ho scoperto una figura di donna inedita, che mi ha molto affascinata».

E  il suo rapporto con la Loren? Come vi siete trovate?

«Lì per lì io ho avuto un blocco, non mi sembrava vero di poterle stare vicina, ero molto intimidita. Lei invece mi ha accolta con una grande dolcezza e un grande calore, e pian piano mi sono sciolta. È stata davvero come una mamma.

Quali qualità di Sophia Loren le piacerebbe avere?

«La sua capacità di conciliare una carriera ad altissimo livello con una vita privata soddisfacente. La forza di essere una donna completa».

C'è un aneddoto o qualche momento della lavorazione che ricorda in particolare?

«Ogni ciak è stato un'esperienza a sé, un'emozione. Posso dire soltanto che ho cercato di starle sempre incollata, sforzandomi di assorbire il più possibile. Ma più di ogni altra cosa  mi ha colpita l'atmosfera affettuosa che si è creata con lei e la sorella, Maria Scicolone, che ha scritto il libro dal quale è tratta la fiction. Quando condividi emozioni così, non lo dimentichi più».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).