Carlo Conti: «Ho voglia di Aria Fresca ma sogno di condurre Linea Blu»

27 aprile 2010 
<p>Carlo Conti: «<em>Ho voglia di</em> <em>Aria Fresca</em> ma
sogno di condurre <em>Linea Blu</em>»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Parte stasera in diretta dal Teatro delle Vittorie di Roma Voglia d'Aria fresca, lo show che aspira a diventare lo Zelig di Raiuno, ispirato a un "cult" di un canale locale toscano, che, nel '95, lanciò artisti come Carlo Conti, Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello (guarda il video in fondo).

Lo conduce lo stesso Conti, insieme a un nuovo nutrito gruppo, tra cui Max Pisu, Franco Neri e tre signore della comicità: Anna Maria Barbera, Gabriella Germani ed Emanuela Aureli.

Conti, lei ha detto che all'Italia di oggi manca l'ironia e c'è bisogno di riappropriarsi del gusto di ridere.

«Basta guardare i vecchi filmati di Vianello, Tognazzi, Noschese per rendersi conto che loro prendevano in giro tutti con grande serenità. Noi oggi abbiamo molti più problemi. Perfino se fai una battuta su un animale, hai paura che spunti fuori un'associazione che protesta».

Gli italiani sono diventati troppo permalosi?

«Credono esageratamente in quello che fanno, con una grande voglia di apparire a tutti i costi».

Colpa della Tv?

«Colpa del clima "tutti contro tutti". In Tv, come in politica o nel calcio. Ma la vita non è solo una sfida».

Dicono che la prossima edizione di Sanremo sarà la sua.

«Sono tre anni che gira questa voce, ma io non sono ansioso di condurre il festival. Sinceramente preferirei Linea blu: pesca e immersioni sono la mia passione, in più mi farebbe comodo per mantenere l'abbronzatura».

Ecco un video di Aria Fresca del 1995, con Conti e Giorgio Panariello:

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).