Max Giusti: «Sfido Frizzi per conquistare Alena Seredova»

11 giugno 2010 
<p>Max Giusti: «Sfido Frizzi per conquistare Alena Seredova»</p>

«Credo proprio che sia nata una nuova coppia televisiva». Ne è convinto Max Giusti, comico, imitatore e conduttore televisivo (di Affari tuoi) che l'11 giugno sarà protagonista insieme a Fabrizio Frizzi dello show Attenti a quei due, che andrà in onda su Raiuno in prima serata.

I due conduttori si sfideranno a colpi di «format televisivi» (da Chi l'ha visto a Ti lascio una canzone) davanti a una giuria composta dalla (temibile) giudice di Amici Alessandra Celentano, da quella di X Factor Mara Maionchi e dall'attrice Barbara De Rossi, reduce dalle fatiche di Ballando con le stelle. In palio, una cena con la bella Alena Seredova, moglie del nostro portiere nazionale Gigi Buffon.

Giusti, considerato il «premio» si sarà dato da fare…

«Sì, ma si tratta di una cena veloce, eh! Non vorrei che, monitorandoci dal Sudafrica, Buffon si adirasse proprio alla vigilia dei Mondiali…».

Da questa sfida «metatelevisiva» che cosa dobbiamo aspettarci?

«Durante le prove mi ha emozionato molto esibirmi in Ti lascio una canzone, insieme a una bambina di sette anni, ma credo che il momento più bello sarà vivere la sorpresa di Carramba… E sarà una sorpresa vera, eh!».

Sorprenda anche noi: ci rivela un difetto di Fabrizio Frizzi?

«Ma certo, pesantissimo pure: quando ride scatena pericolosissimi movimenti tellurici».

Vabbe', poca roba.

«Allora diciamo che Frizzolone ha dieci anni più di me e che io il suo Tandem lo guardavo quando tornavo da scuola… Ogni volta che lo dico Fabrizio si arrabbia».

Progetti, anzi, programmi futuri?

«Ho appena debuttato con il mio nuovo spettacolo, mentre a settembre darò vita a un nuovo varietà radiofonico su Raidue. Vorrei ridare nuova linfa ai miei vecchi personaggi».

E i famosi pacchi?

«Con Affari tuoi ripartirò da febbraio dell'anno prossimo, ma giuro che si tratta dell'ultima galoppata. Dopodiché cedo il testimone. In Tv sono presente da troppo tempo».

Nella sua «scatola» quale regalo vorrebbe trovare?

«Anche a costo di sembrare scontato dico la salute, perché è veramente la pietra di paragone della vita: ogni problema, a confronto, diventa ridicolo».

Compensi Rai nei titoli di coda: favorevole o contrario?

«È una decisione che non mi aspettavo ma ne sono felice. A patto che insieme scrivano anche quanto pago di tasse - penso di essere uno dei migliori contribuenti italiani -, e, soprattutto, quanto guadagna la Rai con quello che faccio».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).