Maradona: l'uomo del Mondiale 2010

23 marzo 2010 
<p>Maradona: l'uomo del Mondiale 2010</p>
PHOTO LAPRESSE

La grande gioia dell'allenatore dell'Argentina Diego Armando Maradona è esplosa incontenibile sul fischio finale di Argentina-Grecia (2-0) che ha segnato il passaggio del turno della Nazionale guidata dal Pibe de oro agli ottavi di finale dei Mondiali 2010 a punteggio pieno.

Anche se non è più lui a correre da una parte all'altra del campo è già stato eletto «l'uomo del Mondiale». L'esultanza del Pibe de oro è inconfondibile e ha riportato tutti ai tempi delle sue vittorie.

L'urlo liberatorio sul fischio finale del match con la Grecia è rimbombato nello stadio sudafricano e ha (quasi) cancellato di un colpo, gli anni dell'oblio. Ad aiutare l'umore del travolgente allenatore è la convinzione di avere per le mani una squadra in grado di fare ciò che a lui riuscì nel 1986 in Messico: arrivare in cima al mondo.

Manca solo la ciliegina sulla torta: una rete di quel Lionel Messi che Maradona ha pubblicamente nominato suo successore.

 

GUARDA ANCHE LO SPECIALE MONDIALI 2010

 

GUARDA LO SPECIALE SUI PIU' BELLI DEI MONDIALI 2010

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).