Marta Zoffoli, dai pannolini in Tv ai Cesaroni

24 giugno 2010 
<p>Marta Zoffoli, dai pannolini in Tv ai Cesaroni</p>

Ha debuttato in Tv spogliandosi, 35 anni fa: era un carosello di pannolini. Poi, da bambina, è arrivata fino al Festival di Cannes, ha lavorato con Domenico Modugno e Philippe Noiret, persino con Paola Borboni.
Dopo, un lungo periodo difficile: in Italia, vivere di cinema non è facile. Adesso che avrebbe abbastanza contribuiti per andare in pensione, invece, Marta Zoffoli - che il 7 luglio compie 38 anni - ha la sua nuova occasione. Recita nella quarta serie dei Cesaroni con Claudio Amendola (il set dura fino al 20 luglio, il telefilm andrà in onda a settembre su Canale 5), di cui diventa la psicologa cognitivo-comportamentale: «Il che significa che non lo metto sul lettino, ma gli faccio fare cose strane, per esempio lo convinco che la sua sciarpa è un pitone, e litigando con la bestia lui può tirar fuori i suoi mostri». Che di fondo sono uno: la paura di essere stato lasciato da Elena Sofia Ricci.

E lei con gli uomini come se l'è cavata, finora?
«Anch'io ho fatto terapia cognitivo-comportamentale. E anch'io ho avuto i miei problemi. A 28 anni ho sposato un commercialista e per quattro anni, fino al divorzio, sono diventata una ragioniera impeccabile, in tailleur marrone  e parle, a studiare la partita iva. Ho avuto poi un fidanzato supersportivo, e allora io, che non ho mai fatto sport in vita mia, ho iniziato a dedicarmi al treking, alla mountain bike, alla palestra tre volte la settimana. Sono stata anche la compagna di un regista documentarista e sono diventata una montatrice esperta. Insomma, ho sempre fatto un errore fondamentale: non ascoltare i miei desideri ma cercare di incarnare quello che gli uomini si aspettavano da me».

Anche adesso fa così?
«No, per fortuna da un anno sto con Samuele, che fa il fonico e ha solo 31 anni, ma che ha il mio stesso modo di vedere le cose. E finalmente mi diverto, mentre prima mi sembrava sempre di arrancare dietro i desideri dei fidanzati».

L'intervista completa su Vanity Fair n.26/2010 in edicola da mercoledì

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).