Haiti/2: Da Clinton a Damon, star impegnate

14 gennaio 2010 
<p>Haiti/2: Da Clinton a Damon, star impegnate</p>
PHOTO - - - CORBIS IMAGES

Dagli attori alle star della musica, anche le celebrities si stanno muovendo per l'emergenza umanitaria di Haiti colpita dal terremoto. L'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton (foto), dal 2009 inviato speciale dell'Onu per Haiti, ha lanciato un appello per raccogliere fondi per la popolazione haitiana: «Donate anche uno o due dollari -ha detto Clinton-. Abbiamo bisogno di acqua, prodotti alimentari, alloggi e di pronto soccorso, la cosa più urgente che si possa fare è inviare denaro». L'ex presidente ha anche fornito l'indirizzo internet della sua fondazione che si sta impegnando per prestare soccorsi: www.clintonfoundation.org/haitiearthquake.
L'ereditiera Paris Hilton, la star di Mean Girls Lindsay Lohan, il divo di Mi presenti i tuoi? Ben Stiller e la voce dei Coldplay Chris Martin hanno deciso di dare il proprio contributo. Sulle loro pagine personali di Twitter, il sito che si aggiorna con brevi testi, hanno lanciato messaggi di solidarietà in favore della popolazione haitiana. «La gente di Haiti ha bisogno ora del nostro supporto e della nostra attenzione», ha scritto Ben Stiller. Chris Martin ha invitato invece a fare delle donazioni all'associazione di beneficenza Oxfam. Il musicista britannico l'anno scorso, dopo un viaggio nell'isola, l'aveva definito come un Paese estremamente povero, dalle condizioni di vita durissime, che il terremoto ha forse trasformato in un inferno inimmaginabile. Matt Damon è invece già sull'isola. Presente anche il cantante americano-haitiano Wyclef Jean che ha chiesto agli americani di «agire immediatamente e aiutare gli haitiani in tutte le maniere possibili», mandando delle offerte a Yele Haiti, l'associazione da lui fondata nel 2005 per sostenere progetti educativi e di sviluppo nel Paese.
Foto Corbis

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).