Jackson, no all'asta dei mobili italiani

15 gennaio 2010 
<p>Jackson, no all'asta dei mobili italiani</p>
PHOTO - - - CORBIS IMAGES

Nessuna asta. L'azienda di mobili italiana Colombostile smentisce che i mobili che Michael Jackson le aveva ordinato, e che non sono mai stati consegnati a causa della sua scomparsa improvvisa, saranno messi all'incanto. «Non ci sarà alcuna speculazione sulla tragedia di Jackson», annuncia a Style.it l'ufficio stampa di Colombostile. A diffondere le voci dell'asta era stato ieri il sito di gossip americano Tmz, il primo a dare la notizia della morte di Jacko.
Dall'azienda riferiscono che i mobili erano stati ordinati lo scorso giugno attraverso uno studio di progettazione londinese che seguiva i lavori di ristrutturazione della villa nel Kent che Jackson aveva acquistato per accogliere familiari e staff in occasione dei concerti in programma alla Millenium Arena di Londra. Un pouf, divani, tavoli e tappeti sontuosi: le fotografie dei pezzi si trovano sul sito Colombostile.it. Erano solo la prima parte di un'ordinazione che sarebbe dovuta aumentare nei mesi a venire. Il giorno della morte della pop star, il 25 giugno 2009, i mobili erano già sul camion, pronti per essere spediti in Inghilterra.
L'anticipo versato all'azienda italiana è stato poi restituito allo studio di architettura di Londra. Per la Colombostile non si trattava della prima fornitura importante. Nel 1994 l'azienda fu incaricata di rifare i grandiosi interni del Kremlino, a Mosca.
Foto Corbis

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).