Polanski vuole la regia della sua condanna

07 gennaio 2010 
<p>Polanski vuole la regia della sua condanna</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Vedremo a febbraio il suo ultimo film, The Ghost Writer, ma, per il momento, il regista franco polacco Roman Polanski, di 76 anni, resterà agli arresti domiciliari in Svizzera in seguito a un mandato di cattura internazionale per violenza sessuale su minore. Il cineasta ha chiesto, infatti, alla Corte di Los Angeles di essere condannato in contumacia in occasione della prossima udienza del 22 gennaio che si terrà a Los Angeles. Al regista, che si era rifugiato nel 1977 nello stato alpino subito dopo l'accusa di violenza carnale sulla allora tredicenne Samantha Geimer, la procura ha fatto sapere che non accetterà alcuna condanna finché lui, oggi sposato con l'attrice Emmanuelle Seigner e padre di due figli, non sarà presente in aula di persona.
Foto: Getty Images

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).