La Dolce Musto, nemica totale di Lindsay Lohan

10 febbraio 2010 
<p>La Dolce Musto, nemica totale di Lindsay Lohan</p>
PHOTO @ GETTY IMAGES - GETTY IMAGES

Compie 25 anni "La Dolce Musto", reverita rubrica del Village Voice e il suo affascinante autore Michael Musto sta per pubblicare il diario per eccellenza della social life di New York. Titolo: Fork on the left, Knife in the back. Michael, figlio di genitori italoamericani di Brooklyn è personaggio pittoresco. Lo vedi ancora oggi che sfreccia per le avenue con una bici degna di Ladri di biciclette ( «adoro de Sica», dice), ha un look da Peter Pan («rigorosamente gay», puntualizza), una penna che morde ai polpacci: una volta Gina Lollogrigida, offesa per una sua domanda sull'età, gli urlò tutta la sua stizza. Negli anni Novanta le sue nottate assieme ai club kids del Limelight e del Tunnel lo fecero protagonista e autore delle notti di New York. In una sua rubrica rivelò addirittura l'omicidio di un giovane spacciatore causato da uno dei suoi amici promoters: si trattava di Michael Alig, ritratto poi nel film Party Monster. «Sai, prima scrivevo di serate di Ectasy, recentemente invece ho raccontato la mia colonscopia», ironizza. In realtà, l suo diario ha ancora molta influenza con la New York alternativa e colta del downtown. Il suo ex editor Vince Aletti spiega: «Anche ora Michael capisce veramente New York. È uno Sherlock Holmes della nightlife». I suoi attacchi sono spesso ad personam e l'attrice lesbo Lindsay Lohan (foto) uno degli obbiettivi piu colpiti. «In realtà -dice Michael- mi dispiace, però devi sapere che sono cresciuto con Laurie Anderson, Keith Haring, Julian Schnabel: ma chi cavolo è Lindsay Lohan?». Una volta al mese riunisce un gruppo di amici per il suo amato club che elegge il più brutto film di tutti i tempi. «Tanti candidati ogni mese concorrono al titolo di film orrendo, ma The Baby, un horror del 1973 è tra i piu amati».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).