Helena Bonham Carter, com'è chic quando beve a collo dalla bottiglia

01 marzo 2010 
<p>Helena Bonham Carter, com'è chic quando beve a collo dalla
bottiglia</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Al tavolino di un caffè.
Helena Bonham Carter è la sola inglese di buona famiglia e frequentazioni chic a guardarti in faccia sorseggiando a canna l'acqua da una bottiglia.
La Regina Rossa di Alice nel Paese delle Meraviglie, nelle sale italiane dal 3 marzo, nella vita reale è talmente stanca degli urli fatti nel film che si porta dietro non una, ma due tazze di caffè, caffè nero.


«Oggi sono sfinita. Mi sono divertita moltissimo a fare questo personaggio - esordisce sorridendo e lasciando tintinnare l'orecchino a forma di cuore che le ondeggia a sinistra - eppure lavorare con tuo marito, che è lì e che ti sta dirigendo, non è proprio la cosa più confortevole del mondo. Tim è adorabile, intenso, affettuoso, ma il set di Alice era in qualche mondo delirante...e noi...lo abbiamo attraversato con tipico distacco... british».
Il meglio di Helena Bonham Carter, dell'ex musa di James Ivory e della protagonista di Fight Club è proprio questo: l'ironia.

Un'ironia che ti saltella quasi addosso, mentre i suoi occhi seguono costanti i pensieri. Un'ironia che sembra davvero il suo motore e che scoppietta. «Tim è meraviglioso: tutti pensano che siamo strani e chissà che vita assurda facciamo. Noi ci ridiamo sopra su questa cosa e ci sforziamo di essere i più normali possibile. Certo soffocherei se lo vedessi sempre accanto a me. Sono nove anni che stiamo insieme ed è una vera salvezza abitare in due case separate. Quello che abbiamo fatto è comprare questi due cottage vicinissimi: io mi sono presa la parte dove c'è la cucina e dove posso stare con i bambini, lui ha il suo studio, le sue cose e io posso anche considerare di non vederlo la sera quando invito i miei amici. Sai, Tim è il tipo che mentre piove a dirotto, ti dà un bacio e ti dice: "Vado fuori in questa splendida giornata"».

Ride di gusto, la Carter, sfilandosi i mezzi guantini di lana chiara bordata di viola e ti passa l'IPhone vestito di rosa per mostrarti la foto della sua piccola Nell, vestita di rosa anche lei.
Poi si tocca la testa dove si rincorrono mille ricci e riprende: «Sta pensando che ho la testa grande, vero? È per questo che nel film me l'hanno resa enorme. Mi sono ispirata a Bette Davis, una delle attrici più atipiche e sexy della storia, ma oltre a questo, devo moltissimo ai consigli di Johnny Depp che, oltre a essere uno dei miei più cari amici, è per l'unico Cappellaio Matto che oggi possa essere davvero credibile».

E riprendendo l'IPhone, cerca una foto di Depp dove la parrucca rossa che lui porta nel flm era ancora a metà… in fase di "costruzione".
«Non è l'uomo più bello del mondo, anche così conciato? Tim a parte», conclude.
E tracannando l'ultimo goccio d'acqua esce nel vento di Londra accompagnata dalla sua risata. Satanica.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).