All'asta la siringa fatale di Michael Jackson

16 marzo 2010 
<p>All'asta la siringa fatale di Michael Jackson</p>
PHOTO - KIKAPRESS - KIKA PRESS

La siringa usata da Michael Jackson per iniettarsi le medicine che gli furono fatali, potrebbe essere battuta all'asta per 5 milioni di dollari.

L'oggetto, misteriosamente entrato in possesso di uno spregiudicato collezionista, è stato mostrato, infatti, a una serie di case d'aste a Las Vegas con l'intento di metterlo in vendita il prossimo 25 giugno, primo anniversario della morte della popstar.

Secondo l'autopsia, Jackson fu ucciso da una dose letale di propofol, un potente analgesico prescrittogli dal suo medico di fiducia Conrad Murray - imputato, a seguito dell'accaduto, di omicidio colposo.

«Questo è uno dei lotti più macabri mai messi in vendita. La siringa non è più necessaria per l'inchiesta o per il processo di Murray, ma le implicazioni morali sono ovvie», ha dichiarato una fonte informata dei fatti. Pare che la famiglia Jackson sia a conoscenza della lugubre vendita e stia tentando di bloccarla. «Sono furiosi e indignati che qualcuno tenti ancora di trarre un profitto da Michael», ha aggiunto la fonte.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
mikiprince 81 mesi fa

Al di là del cattivo gusto della cosa, quello che mi meraviglia ancora di più è che si continua a pubblicare notizie del genere...il giornalismo ha toccato il fondo da anni, ora ne stiamo scavando la fossa...

dol 81 mesi fa

Dove andremmo a finire con certa gente sensa cuore.....michael insegnava la pace e piu' delle volte si privava del suo ricavato x darlo hai bisognosi, gli auguro ke nn potra' mai goderseli.

marianna 81 mesi fa

Ogni commento è superfluo, non esiste il rispetto della dignità della persona. Povero Michael!!! non riesce trovare pace neanche da morto. Almeno se fosse ancora in vita avrebbe la possibilità di difendersi ne dicono di tutti i colori, la più grave di tutte è di mettere in dubbio la sua paternità dei figli che amava e che erano lo scopo della sua esistenza. Proprio non c'è pace fra gli ulivi. Non sò cosa pagherei che Michael ricomparisse fra noi e che la sua sparizione fosse stata soltanto dovuta a per qualche motivo di sicurezza o altro. Comunque Michael sei e sarai sempre nel mio cuore.Ti voglio bene.

anonimous 81 mesi fa

se un pazzo come quello e riuscito ad avere una siringa allora le persone coinvolte nella la sua morte che cosa hanno portato via?

stefy64 81 mesi fa

Spero venga un accidenti primo al possessore di quella maledetta siringa e secondo al malato di mente che l'acquisterà. E poi il "pazzoide" era Michael...ma ricoveratela a 'sta gentaglia!!!

nadia 81 mesi fa

lui è in pace,siamo noi ke nn lo siamo e facciamo di tutto per tenerlo in vita nel bene e nel male

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).