Dita Von Teese: «Con il burlesque seduco gli uomini, ma il mio fidanzato non è geloso»

04 marzo 2010 
<p>Dita Von Teese: «Con il burlesque seduco gli uomini, ma il mio
fidanzato non è geloso»</p>

È la regina del burlesque internazionale, il suo vero nome è Heather Renée Sweet ma si fa chiamare Dita Von Teese, ha 37 anni ed è una modella statunitense, show girl. L'avete vista a Sanremo fare il bagno in una enorme coppa di champagne, vestita anni Trenta: questo significa burlesque. E ora Dita sta girando l'Italia per lo spot del Cointreau. La Von Teese, famosa per le sue performance di striptease nel gigante Martini Glass e il suo look da vera pin-up dalla pelle d'avorio. Ora la sua vita si divide tra la Francia e l'America per amore del conte Louis Marie de Castelbajac, figlio dello stilista Jeans Charles.

Da dove è nata la sua passione per il burlesque?
«Quando ero adolescente ho lavorato in un negozio che vendeva lingerie. Ero affascinantissima da questo mondo e ho iniziato a studiare la storia dell'intimo incontrando il mondo delle pin up e del burlesque. Quelle donne bellissime degli anni Trenta e Quaranta vestite di soli pizzi mi trasmettevano una sensualità unica e così ho deciso di provarci. Ho iniziato negli anni Novanta posando da pin up e poi mi sono sempre più avvicinata al burlesque».

Com'è stato esibirsi a Sanremo?
«È stata un'esperienza interessante, non avevo mai sentito parlare di questo Festival della canzone italiana. Ho fatto quello che mi hanno chiesto di fare: mi sono esibita e ho dato il meglio di me nel mio spettacolo. Però, se devo essere sincera, preferisco esibirmi davanti a una massa più popolare. Il pubblico in sala di Sanremo era troppo fashion per i miei gusti. Molto "alta società" e io sono abituata a una cultura più pop. Comunque è stato divertente».

Subito dopo ha twitterato che l'audience sanremese non era forse pronta a spettacoli come il suo…
«Sì, forse molti di loro non avevano mai visto nulla di simile, so di aver creato forse un po' di scandalo però me lo aspettavo. Mi è stato detto che dopo lo show di Sanremo ho conquistato ancora più fan italiani e ciò mi rende contenta».

Ma lei riesce a essere sexy anche quando va a far la spesa? E soprattutto il suo ragazzo, il conte Louis Marie de Castelbajac, non è geloso?
«A me piace sentirmi sempre bene e questo per me significa essere sexy. Tutti mi chiedono com'è possibile che anche quando vado a fare la spesa riesco a essere così affascinante e io vi svelerò il trucco: metto su un cappottino e dei tacchi e sono perfetta. Faccio un esempio: ho dimenticato di prendere qualcosa al supermercato, sono vestita solo con la mia lingérie, metto su velocemente il mio cappotto e delle belle scarpe e in un secondo sembro completamente vestita. Certo, c'è da dire che abito per metà dell'anno in California dove il clima mi permette di non infagottarmi».

E Castelbajac?
«Il mio ragazzo non è molto geloso».

Vuole risposarsi?
«Vedremo in fututo. Sono rimasta molto scottata dal mio matrimonio finito male».

Dove vive?
«Tra la California e Parigi. Adoro vivere in due posti diversi. E mi piacciono entrambe le città. Los Angeles è casa per me, ci sono gli amici di sempre, ho  la mia macchina, conosco tutti i posti e il clima è fantastico, ma le atmosfere di Parigi sono uniche e poi così posso essere accanto al mio ragazzo Louis Marie de Castelbajac, mangiare in ristoranti incredibili e visitare i musei più belli del mondo. L'unico problema è la lingua, sto cercando di imparare il francese ma è veramente difficile».

Ma lei la tuta la mette?
«No, mai. Io non ho nessuna tuta nell'armadio. Non ho nemmeno un paio di jeans. Penso che le gonne siano molto più comode, non stringono e fanno sentire libere. Ho messo solo una volta i jeans per una festa di Halloween ed è stato scomodissimo. L'unica cosa che permettono di fare è sedersi per terra senza dover accavallare le gambe».

Cosa pensa la sua famiglia dei suoi show?
«A loro piacciono molto. Infondo non faccio cose che non potrei fare di fronte a mia madre. La Tv spesso è molto più ammiccante dei miei spettacoli dove la volgarità è bandita».

Quanto tempo passa al giorno davanti allo specchio per il trucco e parrucco?
«Dipende. Se ho un red carpet ci metto circa due ore tra i capelli e trucco. Faccio tutto da me. Se invece è una giornata come quella di oggi ci  metto anche meno di un'ora».

Ma quanti rossetti consuma in un anno?
« Non saprei, ma ho un cassetto dove ci saranno più di cento rossetti. Non mi troverò mai senza rossetto».

E i suoi armadi? Il suo ragazzo è figlio di un importante stilista francese, (Jean-Charles de Castelbajac).…
«Ho la fortuna di avere amicizie nella moda e ho molti vestiti, e ancora più scarpe…».

Cosa consiglierebbe alle donne per essere sempre femminili?
«Credo che ogni donna dovrebbe dimenticarsi del concetto di sensualità comune e concentrarsi su cosa fa sentire loro stesse sexy. Poi il gioco è fatto. Se ti senti sexy sei sexy».

Qual è una donna dello spettacolo che ammira?
«Mi piacciono quelle eccentriche. Trovo che Madonna sia un'icona di stile e lo sia sempre stata, è una donna che ha rivoluzionato il mondo della musica pop con la sua personalità. E ora seguo molto Lady Gaga, anche lei eccentrica e diversa dal solito».

Se lei dovesse scegliere un lavoro lontano dal palco cosa sceglierebbe?
«Credo che sarei una stylist.Già un po' lo faccio, sono la stylist di me stessa. So che molte ragazze si sono avvicinate allo stile pin up anni Trenta grazie alla mia immagine ed è una cosa che mi lusinga».

Cosa pensa del presidente Obama e di sua moglie…
«Di solito non mi piace parlare di politica, però posso dire che Barack Obama rappresenta per gli Stati Uniti un simbolo di cambiamento e speranza. Mi piace molto Michelle Obama è moderna e si veste bene».

Cosa legge prima di andare a letto?
«Di solito scrivo il mio diario. Tengo da sempre un diario perché amo scrivere e non voglio dimenticare le emozioni positive e negative di ogni giorno».

Perché Cointreau ha scelto proprio lei?
«Perché se fossi un liquore sarei Cointreau. È moderno con un gusto retrò, un po' come me. Rievoca il fascino di un'epoca che ha consacrato la femminilità in un travolgente mix di sensualità e ironia».

Come si vede nel futuro?
«Amo il burlesque, sto già facendo ciò che avrei voluto fare. Amo creare show e esibirmi. Magari un giorno potrei anche fare l'attrice, ma sinceramente sto già facendo ciò ch emi rende felice».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Sara 81 mesi fa

davvero stupenda Dita !!! ha uno stile unico proprio come lei!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).