Mel Gibson: «Meglio diventare padre a 54 anni che a 24»

09 marzo 2010 
<p>Mel Gibson: «Meglio diventare padre a 54 anni che a 24»</p>

Un matrimonio durato 26 anni con Robyn Moore, sette figli, e nel 2006 il divorzio. Quattro anni dopo, Mel Gibson è diventato papà per l'ottava volta il 30 ottobre scorso, due mesi prima del suo cinquantaquattresimo compleanno. E  torna al cinema, dopo 7 anni, in Fuori Controllo (al cinema dal 19 marzo).

Com'è diventare padre a 54 anni?

«Molto meglio che diventarlo a 24 (l'età che aveva Gibson quando nacque la sua primogenita Hannah, ndr). Sono decisamente meno ansioso, ora. Ho esperienza, so come si fa. Trent'anni sono trent'anni: succedono moltissime cose in mezzo, passi attraverso cambiamenti, maturi. Diventi meno vittima di ciò che ti circonda, perché hai preso le misure con l'ambiente. Credo di essere un padre molto, molto diverso».

 

L'intervista completa su Vanity Fair n.10/2010 da mercoledì 10 in edicola

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Teddy 81 mesi fa

ma....chiamamola seconda giovinezza e viviamo nel presente regardless del piccolo che una volta adolescente avra' un papa' saggio ma stanco. comunque noi donne siamo multytasking quindi la giovane mamma pensara' a compensare le mancanze...da sola o con un modello di papa' piu' recente....hehehehe Scherzo! Hollywood, la fama e il charisma di Mel sicuramente basteranno a colmare le lacune. Cosa non farei per il Mel Gibson che vedo sullo schermo!!!!!!!!!!!!!

MARIA 81 mesi fa

adoro gibson,sembra un uomo profondo, ma temo che in questo momento sia FUORI CONTROLLO

G. 81 mesi fa

sono d'accordo che sia troppo presto diventare padre a 24 anni, ma a 54 secondo me si dovrebbe diventare nonni, non padri...questi uomini che a un'età illogica cercano di vivere una ridicola seconda giovinezza mi fanno un po' pena e un po' tristezza, come quelli che non sanno accettare il tempo che passa...comunque contento lui e congratulazioni per il bambino, che poverino non c'entra nulla con la follia degli adulti

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).