Rod Stewart: «Caro Mario, io tifavo Roma»

22 maggio 2010 
<p>Rod Stewart: «Caro Mario, io tifavo Roma»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Segue tutte le partite del campionato italiano. E questa volta ci è rimasto male. «Avrei tanto voluto che lo scudetto se lo portasse a casa la Roma. Ho visto che c'è stata una bella sfida fino all'ultimo con l'Inter, ma io preferivo  vincesse la squadra romana: tanto per cambiare un po', non sempre le formazioni del Nord Italia».

Rod Stewart, 65 anni, 200 milioni di dischi venduti (l'ultimo, Soulbook, è uscito lo scorso ottobre), un grande amore per l'Italia, dove tornerà il 21 giugno, in concerto a Verona, prima della musica aveva un'altra grande passione: il calcio. Non solo da tifoso (del Celtic, viste le origini scozzesi del cantante), ma da giocatore. Un centrocampista che tuttora scende regolarmente in campo. E che, promette, continuerà a farlo, «finché mi reggeranno le ginocchia».

L'intervista completa la trovate sul numero 21/2010 di Vanity Fair, in edicola il 26 maggio.


LEGGI LE ALTRE INTERVISTE DEL PROSSIMO VANITY FAIR:

> DANIELA BONGIORNO: «CHE TRISTEZZA I MIEI 60 ANNI SENZA MIKE»

> CAMERON DIAZ: «IL MATRIMONIO? STA PER SCOMPARIRE»

> I POOH TROVANO IL NUOVO BATTERISTA

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
SR 79 mesi fa

65 anni portati DIVINAMENTE!!! Non vedo l'ora di essere a Verona il 21 Giugno, praticamente in prima fila solo per te!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).