Le donne di Tiger Woods

06 luglio 2010 
PHOTO COURTESY OF VANITY FAIR

Non so quante ne conoscete voi, ma le donne che hanno una relazione con un uomo sposato, quelle che conosco io almeno, non somigliano proprio per niente a quelle che appaiono in queste foto. Mi spiego: sono più tristi, più stanche, sicuramente più vere, più belle. Ma soprattutto, come dire? A posare per un servizio che, implicitamente o no, festeggi il divorzio da 750 milioni di dollari del loro ex amante, non me le immagino. Me le immagino a sperare che, una volta crollato il muro fragile e odioso che separava le due vite di quell'uomo, lui finalmente realizzi che di vita vera già da tempo ne aveva solo una: e con loro. Certo, certo, Tiger Woods ha sbagliato. Perfino Dante, però, mette Paolo e Francesca, colpevoli di essersi lasciati trascinare dai venti della lussuria adulterina, al quinto girone, ed è in generale (per quanto glielo permette l'Inferno) più compassionevole con i reati d'incontinenza: mentre sono la malizia e l'intenzione che secondo lui meritano i gironi vicini al diavolo. Forza, mica sarete per il coniglio bollito, in Attrazione fatale? Anche lì: Michael Douglas ha fatto una cosa che non doveva fare. Ma Glenn Close ha un tantino esagerato. Bisogna stare attenti fin dall'inizio, però. Perché la sua pazzia ce l'aveva scritta in faccia, Glenn: e allora Michael oltre che incontinente è stato un po' scemo nel non riconoscere subito il pericolo. Come l'avrebbe potuto riconoscere Tiger Woods, se solo le avesse osservate per bene, queste donne. È tardi, ormai: ma almeno proviamoci noi, a vedere perché Tiger avrebbe potuto mettersi in guardia, se fosse stato più attento.

>> Guarda la gallery delle amanti di Tiger Woods

L'intervista completa su Vanity Fair n.27/2010 in edicola da mercoledì 7 luglio

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).