George Clooney, bello e buono

21 settembre 2010 
<p>George Clooney, bello e buono</p>
PHOTO GETTY IMAGES

George Clooney, è stato scelto dall'Academy of Television Arts and Sciences della 62esima edizione degli Emmy non per il suo lavoro di attore ma per l'impegno umanitario dimostrato in occasione del terremoto di Haiti.

A lui infatti  è stato consegnato il Bobe Hope Humanitarian Awards per la maratona televisiva "Hope for Haiti" trasmessa nel gennaio scorso su Mtv e organizzata e presentata proprio da Clooney. In occasione della raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 12 gennaio 2010 l'attore riuscì a portare sul piccolo schermo un parterre unico di star, da Brad Pitt a Madonna passando per Bruce Springsteen, Beyonce, Bill Clinton, e a raccogliere una cifra di circa 57 milioni di dollari.

L'attore  è stato scelto anche per l'impegno nella lotta contro il genocidio in Darfur, per le donazioni elargite subito dopo il passaggio dell'uragano Katrina e per la mobilitazione del mondo dello spettacolo con la trasmissione "America: a tribute to heroes" organizzata per l'anniversario dell'11 settembre.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
adiadi 75 mesi fa

George, sei proprio un Signore, sia negli atteggiamenti che nei comportamenti. Speriamo che tu possa essere di esempio a tanti, nel mondo dello spettacolo e non.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).