Io & M.

29 aprile 2009 
<p>Io &amp; M.</p>

Quando Jesus Luz è nato, a Rio de Janeiro, il 15 gennaio 1987, Madonna era sposata ancora con Sean Penn e stava già a metà strada fra True Blue e Like A Prayer, solo due delle sue molte re-invenzioni. Dell'ultima personalità in corso, avrete certamente sentito parlare: pop star indomita (quest'estate verrà in tour anche in Italia), benefattrice globale (per il Malawi con qualche polemica, ma anche per l'Abruzzo terremotato, regione dei suoi avi) e, sul fronte privato, cinquantenne divorziata capace di accompagnarsi a ragazzi molto giovani.

L'ultimo è, appunto, Jesus. La loro amicizia, iniziata alla fine dello scorso anno in Brasile proprio sul set del servizio che pubblichiamo in queste pagine, ha dato di che scrivere alla stampa specializzata. Le prime voci sono partite da Rio de Janeiro, dove Steven Klein li aveva fotografati. Quando poi lei se lo è portato dietro a New York e agli Oscar, e ancor più quando sono uscite queste «caldissime» immagini, i rumors sono diventati merce quotidiana di tabloid e siti Internet. «Gli ha sequestrato il cellulare per gelosia». «Ha cucinato per lui». E, come in ogni coppia famosa che si rispetti, il puntuale annuncio della passione già sfiorita, a meno di tre mesi dal primo incontro: «Lo ha scaricato».
Non possiamo affermare con certezza se Jesus sia un divertissement della mezza età o un protégé di Madonna in versione talent scout. Francamente, i manicaretti amorosi e il sequestro del cellulare hanno l'aria di invenzioni. Vacilla anche la notizia della «rottura», fondata unicamente sulla risposta, via Twitter, a un fan che si diceva felice di saperla di nuovo single: «Mai felice come lo sono io», digitava lei firmandosi «M», come amici e collaboratori la chiamano. Single lo è di certo, avendo divorziato a dicembre da Guy Ritchie. Però un conto è single, un conto è sola.

Che Madonna abbia cambiato la vita di questo ragazzo brasiliano, in compenso, è poco ma sicuro. Lui è diventato famoso, di luce riflessa finché si vuole, fatto sta che tutti ormai sanno chi è e il ragazzo non intende rinunciare al suo momento di celebrità. Ha appena finito di scattare, sempre con Steven Klein, il fotografo preferito di Madonna, la nuova campagna autunno/inverno di Dolce & Gabbana che - impossibile non sottolinearlo - sono vecchi e cari amici di «M».

Ed eccolo qui, alla prima intervista della sua vita. Ci incontriamo negli uffici dell'agenzia Ford di New York (una delle più importanti del mondo: rappresenta Jesus da tre mesi dopo che lui ha lasciato la precedente agenzia brasiliana). Niente mi toglie dalla testa che ciò che più ha colpito Madonna è stato il nome di battesimo: una coincidenza che pare ideata nel Paradiso del marketing e che, alla regina della manipolazione mediatica, deve essere piaciuta da pazzi. Per il resto, Jesus è bello come ti aspetti ma più timido di come ti aspetti, con un paio di grandi occhi mansueti. Indossa una maglietta tutta borchiette, disegni e brillantini, di cui parleremo a fine intervista.

 

CONTINUA

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).