Liv Tyler: «Vi sembro grassa?»

19 ottobre 2010 
<p>Liv Tyler: «Vi sembro grassa?»</p>
PHOTO ANTON CORBIJN - COURTESY OF VANITY FAIR

Difficile prendersela per il ritardo, per l'incontro liofilizzato, con una come Liv che ha il faccino e la voce di un angelo e che ha avuto quella mamma impegnativa. Ex modella di Playboy, fidanzata seriale di rockstar, stava con Todd Rundgren quando ebbe una relazione con Steve Tyler, poi tornò con Todd ma era rimasta incinta e per molto tempo Liv pensò che suo padre fosse Todd.

Perché in questi due anni è scomparsa dal cinema?
«Ho avuto problemi personali (si riferisce evidentemente al divorzio dal cantante Royston Langdon, padre di suo figlio Milo, 5 anni e mezzo, ndr). Avevo bisogno di stare a casa, con il bambino, e pensare a noi, a me. Non me la sentivo di sradicarlo per andare su un set magari per uno o due mesi. Così ho preferito dedicarmi ad altri lavori, come le campagne per Givenchy e G-Star Raw. In questo particolare periodo della mia vita, ho molto apprezzato il fatto che un servizio fotografico o uno spot ti portino via solo un paio di giorni».

Lei si è lamentata spesso del fatto che le taglie dei campionari - e delle modelle - sono sempre più piccole.
«Non so perché si presta sempre così tanta importanza alla mia opinione su questo argomento».

Forse perché, così dicendo, appare come una donna più reale di altre sue colleghe.
«Sono alta, ho le ossa grosse, non porto la 38 e, a volte, quando faccio dei fitting, non mi entra nulla. Mi diceva una mia amica modella, Frankie Rayder, che una volta le top, e parlo di Naomi o di Cindy, portavano la 40 e anche la 42: nessuno aveva niente da ridire e c'era molta più sensualità in passerella. Io non dico che dovrebbe essere così anche oggi, ma penso che si debba accettarsi nella propria diversità, e che il mondo sarebbe molto più noioso se fossimo tutte uguali».

Com'è suo figlio?
«Sveglio. L'altro giorno l'ho sentito dire a qualcuno che io sono Liv Tyler. Non credevo nemmeno che sapesse come mi chiamo al di fuori di "mamma"».

Vorrebbe altri bambini?
«Sono così felice e realizzata con lui. Per ora è così: io e lui».

L'inervista completa su Vanity Fair n.42/2010 in edicola damercoledì 20 ottobre

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).