Trudie Styler: «Il mio amore con Sting a base di aglio, olio e peperoncino»

02 novembre 2010 
<p>Trudie Styler: «Il mio amore con Sting a base di aglio, olio e
peperoncino»</p>
PHOTO RAFFAELLA SERINI -

(SFOGLIA LA GALLERY DELLA CONSEGNA DEL TARTUFO BIANCO D'ALBA A STING)

Sarà pure un intenditore (nonché produttore) di vini, un agricoltore provetto (ed eco-friendly) e un amante della buona cucina italiana, ma di mettersi ai fornelli la popstar britannica Sting, sessant'anni l'anno prossimo, in Toscana quattordici giorni all'anno, non ne vuol proprio sapere. «Cucinare, mio marito? Mai!», ci dice - in italiano - Trudie Styler, moglie dell'artista inglese, che lo ha accompagnato lunedì pomeriggio all'Hotel Bulgari di Milano, dove a Sting è stato consegnato il Tartufo Bianco d'Alba dall'Ente piemontese.

In casa Sumner (questo il vero cognome dell'ex Police, che stasera si esibirà in concerto agli Arcimboldi di Milano) è quindi lei a prendere lui per la gola: «La mia specialità è pasta aglio olio e peperoncino», rivela Trudie a Vanity People. E la ricetta sembra funzionare, considerato che la coppia, 4 figli e un matrimonio che dura da quasi vent'anni (i due stanno però insieme dall'82, anno in cui Sting divorziò dalla prima moglie, con cui aveva avuto due figli), sembra essere tutt'ora innamoratissima, come mostrano questa foto e le altre immagini scattate a margine della cerimonia.

(SFOGLIA LA GALLERY DELLA CONSEGNA DEL TARTUFO BIANCO D'ALBA A STING)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).