Se fossi un politico

30 novembre 2010 
<p>Se fossi un politico</p>
PHOTO COURTESY OF VANITY FAIR

«Silvio Berlusconi? Anzi, lo trovo ammirevole, quasi affascinante. Tutto sommato bisogna riconoscere che gli manca l'ipocrisia tipica dei politici. Berlusconi è diretto e non nega i suoi peccati. Dice quello che pensa anche se quello che dice può non essere gradevole. Lui non dà mai lezioni morali. Certo non ha buon gusto nel scegliersi le donne di facili costumi. Ma questa non è una vergogna». Karl Lagerfeld, stilista di Chanel e Fendi, raccontando in esclusiva a Vanity Fair in edicola mercoledì 1 dicembre, il suo lavoro di fotografo per il Calendario Pirelli 2011, parla del premier italiano, dell'ammirazione per Charlotte Casiraghi, del disprezzo per Heidi Klum e anche di Kate Middleton, futura sposa di Wiliam d'Inghilterra: «Mi piacerebbe disegnare una vignetta Magari con Charlene Wittstock futura sposa di Alberto di Monaco che guardando la Middleton, futura sposa del principe inglese, le dice: "Anche tu ce l'hai fatta così presto a farti sposare". Kate è molto carina, lui lo vedo fregato a dovere». Battute a parte Lagerfeld, a cui Pirelli ha affidato il 38° calendario della sua storia, ha scelto il tema mitologia per scattare 36 fotografie con 24 soggetti tra divinità ed eroi. Protagonisti di questa edizione sono 15 modelle, 5 modelli e l'attrice Julianne Moore.
The Cal 2011 è stato stampato in 20 mila copie numerate e sarà ufficialmente presentato stasera al Stanislavsky and Nemirovich-danchenko Theater di Mosca con Eva Herzigova a fare da madrina della serata. Tra gli ospiti di Marco Trochetti Provera e Afef Jnifen, atteso Roman Abramovich con la moglie Dasha Zhukova e il direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani.
Tra le modelle spicca il nome dell'italiana Bianca Balti che a Vanity Fair ha raccontato: «Lagerfeld si è innamorato del mio sedere. Questo calendario, malgrado sia composto da tante foto di nudo femminile integrale, non è mai volgare e non contiene una carica erotica tipica dell'occhio maschile».
Il calendario è stato scattato da Lagerlfeld, che ha iniziato la sua attività di fotografo nel 1987, in tre giorni di lavoro, nel suo studio di Rue de Lille a Parigi.

L'intervista completa sul numero 48 di Vanity Fair in edicola mercoledì 1 dicembre.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).