Christina Aguilera: «Voglio essere una mamma senza rimpianti»

01 giugno 2010 
<p>Christina Aguilera: «Voglio essere una mamma senza
rimpianti»</p>
PHOTO KIKA PRESS

L'8 giugno, anticipato dal singolo Not Myself Tonight, uscirà il suo nuovo album, Bionic. A Vanity Fair, la pop star Christina Aguilera ha raccontato di come è nato il suo ultimo disco e del suo essere mamma a 29 anni.


È felice di essere diventata madre tutto sommato abbastanza presto? Non si è mai detta: forse avrei potuto aspettare ancora un po'?
«Le assicuro che la mia gravidanza non è stata un incidente di percorso. Ero pronta e l'ho voluta. Dopo un anno di matrimonio, desideravo un figlio, il frutto dell'amore che mio marito e io proviamo l'uno per l'altra. Max mi ha fatto crescere tantissimo, ho imparato moltissime cose anche su me stessa».

Nelle interviste non si stanca mai di dire quanto suo marito sia un padre meraviglioso. Che cosa fa di un uomo un bravo genitore?
«Mio marito è una persona equilibrata, è sicuro di sé, ambizioso, e tenace nel perseguire i propri obiettivi. E queste, per me, sono le qualità importanti in un uomo e in un padre. Per una donna nella mia posizione non è facile trovare un compagno forte. Gli uomini sono intimiditi dalle donne decise e di successo, magari non lo ammettono ma è così. Sono molto fortunata ad avere Jordan nella mia vita: è la mia roccia».

E lei quando si sente una buona madre?
«Quando comunico a mio figlio tutto il mio amore, quando lo bacio, lo abbraccio e lo faccio sentire speciale. Giochiamo tanto insieme. Ultimamente gli piace fare il dinosauro e darmi la caccia in giro per la casa. Fino a qualche tempo fa, invece, aveva la passione delle pulizie. Prendeva uno strofinaccio e cominciava a togliere la polvere».

Conflitti tra il suo ruolo di mamma e il suo lavoro?
«Sappiamo tutti che è dura essere madri e occuparsi della propria carriera. Mia madre apparteneva a una generazione di donne che pensavano di dover rinunciare a tutto per occuparsi dei figli. E così a un certo punto della sua vita si è ritrovata a chiedersi "che cosa sarebbe stato se", e a ripensare a tutto quello che avrebbe voluto fare. Io non voglio rimpianti, voglio sentirmi completamente appagata come donna e come artista. E credo che, se sei felice e soddisfatta della tua vita, puoi essere anche una madre migliore».

L'ALTRA PARTE DELL'INTERVISTA, CHRISTINA AGUILLERA: «MEGLIO NUDI CHE ARRABBIATI»

L'intervista completa su Vanity Fair n. 22/2010 in edicola da mercoledì 2 giugno

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).