Mondiali, Spagna sconfitta? Colpa della fidanzata del portiere

19 giugno 2010 
<p>Mondiali, Spagna sconfitta? Colpa della fidanzata del
portiere</p>

Tutta colpa di Sara. Che distrae Iker e anche il resto delle «furie rosse», posizionandosi dietro la porta del fidanzato con il microfono in mano. Per i tifosi spagnoli c'è una sola responsabile della sconfitta subita contro la piccola Svizzera dai campioni europei in carica nell'esordio a quel Mondiale che li vede tra i primi favoriti insieme a Brasile, Argentina e Inghilterra. L'imputata è lei, Sara Carbonero, nominata giornalista sportiva più sexy del mondo, ma soprattutto fidanzata da un anno - l'amore sbocciò proprio in Sudafrica durante la Confederations Cup -, del portiere del Real Madrid e della nazionale iberica Iker Casillas.

L'estremo difensore non ha commesso una papera come il collega inglese, ma non è completamente esente da responsabilità. «È distratto», sostengono i tifosi, dall'avvenenza della sua compagna, unica «novia» ammessa a bordo campo, essendo stata incaricata da Telecinco di effettuare le interviste a pochi istanti dal triplice fischio finale.

Prima di scegliere il team di giornalisti da inviare in Sudafrica, Carbonero, 25 anni, era stata interrogata dai vertici della Tv privata spagnola sul suo rapporto con Iker Casillas. «Nessun problema col mio fidanzato - avrebbe ribattuto stizzita -, siamo entrambi professionisti, è il nostro lavoro, non accetto accuse di destabilizzare la squadra della mia nazione». Però i telespettatori che la vedono dietro la rete appena gonfiata dal tiro fatale degli svizzeri, o intervistare un triste Iker dopo il match non ne sono così convinti. La sua bellezza e simpatia sarebbe causa di invidia e gelosia all'interno dello spogliatoio. E chiedono a gran voce di toglierla dal video, almeno per la gara del 21 giugno prossimo contro l'Honduras, diventata decisiva ai fini della qualificazione.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).