Alberto di Monaco: «Sposo Charlene l'estate prossima»

24 giugno 2010 
<p>Alberto di Monaco: «Sposo Charlene l'estate prossima»</p>
PHOTO KIKA PRESS

«Ci sposeramo fra un anno, l'estate prossima». Alberto di Monaco, 52 anni, ha deciso di non far durare la suspense sulle sue nozze troppo a lungo. Dopo aver annunciato il fidanzamento con Charlene Wittstock, ieri pomeriggio, parla oggi del matrimonio, in un'intervista al quotidiano Monaco Matin. «So che la popolazione monegasca attendeva questo momento. Oggi sono sicuro di poter dividere la mia vita con Charlene», ha detto dichiarandosi «felice». La decisione tanto attesa è stata presa, alla fine, per le caratteristiche molto particolari della fidanzata. «Il suo interesse per le cause umanitarie, e soprattutto per i problemi che toccano l'infanzia, la sua grande sensibilità e dell'apertura verso gli altri», hanno fatto capitolare lo scapolo più incallito e più celebre del mondo che, nonostante i due figli, non si era mai deciso di fare il grande passo. E allora perché aspettare ancora un lungo anno? «Voglio che la mia futura moglie, che conosce già abbastanza bene il Prinicpato, riesca a capirne tutte le specificità, per potersi integrare pienamente nella vita del Paese». Insomma Charlene, che ha venti anni meno del suo futuro sposo, deve riuscire a farsi amare dai monegaschi, come fece mamma Grace Kelly a suo tempo. «Spero che la popolazione la accolga con comprensione. E accetti quello che la sua cultura e la sua apertura verso il mondo possono portarci».

 

LEGGI L'INTERVISTA AL GIOIELLIERE REPOSSI CHE HA PRODOTTO L'ANELLO DI CHARLENE

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
debraee 80 mesi fa

Riguardo all'anello è fortunata.

debraee 80 mesi fa

Sembra che non ne voglia sapere proprio il principe! Ci gira intorno da anni, prolunga le attese dei sudditi, poi ricapitola. Cosi' anche ora. Che problema ci sta a portarsela dietro senza farla principessa? E' piu' semplice cosi'.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).