Cameron Diaz: «Voglio sparare le mie cartucce, finché ne ho»

29 giugno 2010 
<p>Cameron Diaz: «Voglio sparare le mie cartucce, finché ne ho»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Oggi è una delle star più ricche del mondo, subito dopo Sandra Bullock e prima di Gisele Bündchen, con un patrimonio personale sui 75 milioni di dollari. A tre anni dai 40, è ancora la surfista che sa fare i rutti a comando e dire parolacce nei talk show. Sono ancora lì il sorriso di gomma e il naso da pugile (fratturato sei volte, l'ultima per un colpo contro la tavola da surf), ma intorno agli occhi azzurro ghiaccio piccole rughe le danno un che di vissuto. In America torna al cinema in questi giorni con l'action comedy Knight And Day (in Italia esce il 24 settembre con il titolo Innocenti bugie, ndr), dove è una single travolta suo malgrado da una superspia in fuga, Tom Cruise.

E allora eccola qui: single, senza figli, tecnicamente di mezza età (in questa città, almeno). E, a differenza di Jennifer Aniston - a cui sembra rimasta appiccicata, poveretta, l'etichetta di vittima - a lei tutto questo pare andare benissimo. Soprattutto la parte del non avere figli. Come ha detto di recente in Tv al Bill Maher Show, quando il comico le ha chiesto se ne avvertisse la mancanza. Per ora, almeno. «Le cose stanno così », mi spiega, bevendo un sorso di Sauvignon. «Ci sono momenti in cui ti senti insoddisfatta e pensi: "Che cosa potrebbe migliorare la mia vita?". Beh, non mi è ancora mai capitato di rispondere: un bambino. Non sto dicendo che non vorrò mai averne, ma in questo momento guardo i genitori che soffrono e si sentono in colpa quando sono lontani dai figli, e penso che io non voglio trovarmi in una situazione del genere. Non voglio sentire che mi manca qualcuno, voglio la libertà di fare un film anche se mi viene proposto all'ultimo momento. Ma non mi fraintenda», aggiunge: «Se devo impegnarmi nei confronti di qualcosa o di qualcuno, ci metto tutta me stessa». «Cameron è tutto meno che egoista», conferma l'amica Gucci Westman: a suo figlio Dashiell, l'attrice ha fatto da madrina, e quando è nato ha interrotto le riprese di un film e preso un aereo per esserci, solo per qualche ora. «Non voglio fare l'eterna venticinquenne», conclude Cameron. «Ma tanto vale sparare le mie cartucce, finché ne ho».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

bella, brava e, soprattutto, vera. grande cameron!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).