Diaco, da clandestino a naufrago

10 febbraio 2010 
<p>Diaco, da clandestino a naufrago</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Pierluigi Diaco all'Isola dei Famosi? È lui, giornalista, conduttore radio-televisivo, amico di Simona Ventura, stimato da Giorgio Gori (produttore con Mangnolia del reality show) il personaggio a sorpresa della settima edizione? Dopo le recenti dimissioni dalla vicedirezione del quotidiano di comunicazione Clandestino, nei corridoi di RaiDue il suo nome circola vorticosamente.

Diaco cosa c'è di vero?
«Veramente non vorrei rispondere».
Se è una bufala dica: «No, non partecipo».
«Posso dire che ho incontrato gli autori e Giorgio Gori. Abbiamo parlato a lungo perché mi era stato ripetutamente chiesto di partecipare, ma preferisco fare cose che assomigliano alla mia storia professionale».
Non la spaventerà il video, lei è un personaggio tv?
«Mi considero un comunicatore che esprime delle idee e che propone anche un taglio giornalistico di ciò che mi interessa di più. L'unico dono che possiedo è l'eloquio, bisogna vedere se ci sono le condizioni per esercitarlo».
Quindi ci sta pensando?
«Dopo l'incontro non ci ho più pensato. Lavoro a RTL 102.5 tutti i giorni, collaboro con il Foglio, con Libero, ho diversi impegni che non posso abbandonare così».
Un compenso sostanzioso la potrebbe ingolosire?
«Non faccio il moralista, ma non ho mai scelto nessun lavoro solo per denaro».
Lo show parte il 24 febbraio, lei il 10 dà le dimissioni da Clandestino. Ammetterà che il sospetto che voglia diventare «naufrago» è legittimo?
«Ho lasciato il giornale perché l'editore ha acquistato anche un quotidiano politico, Il Campanile, giornale dell'Udeur, e preferisco non partecipare ad un progetto che prevede l'utilizzo di fondi destinati alla stampa di partito».
Un addio polemico?
«No, abbiamo rescisso consensualmente il contratto, senza polemiche. Mi piace lavorare con i politici o la politica, ma non essere pagato per farlo. Anche per Radio Gioventù, programma che conduco con il Ministro Giorgia Meloni, non percepisco un euro».
L'Isola la vede? Le piace?
«La vedo, mi piace molto, stimo la Ventura, sono lusingato di essere considerato un possibile ingrediente interessante per il programma. Al momento non c'è di più».

Sull'aereo per Lime Island, la nuova isola dei Famosi, saliranno: Simone Rugiati, Nina Senicar, Loredana Lecciso, Clarissa Burt, Claudia Galanti, Luca Ward, Aldo Busi, Federico Mastrostefano, Dennis Dallan. All'appello manca decisamente un catto-sandinista come Diaco, indispensabile per volare in Nicaragua.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).