Pamela Prati: «Niente Isola: sono in lutto per la mia cagnolina»

10 febbraio 2010 
<p>Pamela Prati: «Niente Isola: sono in lutto per la mia
cagnolina»</p>
PHOTO KIKA PRESS

A 50 anni è ancora bellissima Pamela Prati e in ottima forma, ma fa sapere che nonostante la rinuncia all'Isola dei Famosi 7, in onda su Raidue dal 24 febbraio, per un «male oscuro», lei da vera sarda si rialzerà più forte di prima.

Ormai ci aspettavamo di vederla in Nicaragua tra i concorrenti dell'Isola dei Famosi

«Anche io pensavo che ci sarei andata. Ma da qualche mese ho «male all'anima». Da quando è morta la mia cagnolina Marianna, una maltese dolcissima, ho iniziato a soffrire di molte paure: dall'agorafobia, la paura degli spazi aperti, alla paura del buio, fino all'ansia di non avere il controllo sulle cose. Non riesco ad allontanarmi da casa. Non è il momento giusto per fare questa esperienza. Tra settembre e ottobre è anche morto il padre di Daniel, mio marito».

Quanti anni aveva la sua cagnolina Marianna?
«Aveva 16 anni. Quando nel 2001 mia madre è morta ho avuto la sensazione che si fosse reincarnata in Marianna. Mi stava vicino in ogni momento difficile come ha sempre fatto mia madre. Amavo Marianna come una figlia».

Le manca non avere figli?

«Si, tantissimo. Se un giorno avrò una figlia o se l'adotterò la chiamerò Marianna come la mia cagnolina».

E lei che figlia è?
«Ho adorato mia madre. Lei era tutta la mia vita. Mi ha insegnato a essere una donna forte capace di rialzarsi davanti alle difficoltà».

Se fosse andata all'isola come se la sarebbe cavata con gli altri naufraghi?
«Bene, Giorgio Gori e Simona Ventura, come sempre, fanno scelte eccellenti e nulla è lasciato al caso. Sarà molto interessante vedere Aldo Busi, uomo così intelligente, come se la caverà in mezzo alla natura, e sono certa che darà molto al programma. E poi c'è Sandra Milo. La Milo è un mito alla sua età mettersi così alla prova è veramente da ammirare».

E se  lei avesse potuto scegliere con chi andare all'Isola chi avrebbe portato con lei?

«Avrei scelto i miei grandi amici. Primo fra tutti Pier Francesco Pingitore, colui che ha dato vita alla compagnia del Bagaglino, poi il grandissimo Oreste Lionello morto il febbraio scorso, lui era uno dei più grandi cabarettisti italiani. E poi la mia grandissima amica Rita Rosi, ballerina di Amici di Maria de Filippi».

Progetti per il futuro?
«Ho tante cosa in cantiere. L'8 marzo proprio il giorno delle  festa della donna, al teatro Quirino di Roma sarò la protagonista di  «Legittima difesa Dossier», uno spettacolo contro la violenza sulle donne, lo dirige Ilenia Costanza, una regista che adoro. Lo spettacolo è realizzato e promosso dal dipartimento delle Pari  Opportunità e dal ministro Mara Carfagna».

E in Tv?
«Tornerò con una fiction su canale 5 che si chiama 2 Mamme di Troppo. Io Sarò una drag queen di nome Patty, che si ispira a Patty Pravo. Conosco molto bene il mondo delle drag queen e dei gay, quando sono arrivata a Roma come dico io sono cresciuta a "pane e gay"».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).