Moratti, motore acceso alla faccia dell'Ecopass

16 febbraio 2010 
<p>Moratti, motore acceso alla faccia dell'Ecopass</p>
PHOTO GETTY IMAGES

A Palazzo Marino le abitudini di Letizia Moratti sono uno degli argomenti di conversazione più in voga. Del  sindaco di Milano si dice che ami rispettare la routine. Tra le sue abitudini ci sarebbe un inconfessabile capriccio antiecologico. Dal suo entourage raccontano che il primo cittadino di Milano, prima di lasciare i suoi uffici a tarda sera, chiederebbe al suo autista di riscaldare i motori della sua auto nel cortile di Palazzo Marino. Sempre secondo le voci: a tutto gas anche per venti minuti. Sembrerebbe che la Moratti non salga sulla macchina se la temperatura non è di suo gradimento. Alla faccia dell'Ecopass. Se il pedaggio che le auto più inquinanti devono pagare per entrare nella cerchia dei Bastioni di Milano, introdotto dal sindaco due anni fa, ha portato a un calo del 21% delle emissioni di Pm10 e un -11% di co2 nell'aria, il merito non sarebbe della sua auto. Ma la Moratti ha anche altre routine, meno "disturbanti": pilates alle sei del mattino, poi in ufficio, pranzo nella sua casa a due passi dal Duomo, e di nuovo al lavoro fino a sera tardi. E sono ormai una leggenda i risotti allo zafferano che la Moratti prepara tutte le domeniche per la sua famiglia. Una consuetudine di cui il sindaco ama vantarsi.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).