Vittorio Sgarbi entra per la prima volta in Vaticano

19 febbraio 2010 
<p>Vittorio Sgarbi entra per la prima volta in Vaticano</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Grande spolvero ieri all'ambasciata italiana presso la Santa Sede. Per l'annuale ricevimento nell'anniversario dei Patti Lateranensi hanno varcato i cancelli di Villa Borromeo i big di Italia e Vaticano. Ha sorpreso la new entry al ricevimento di Vittorio Sgarbi con la fidanzata Sabrina Colle, e la candidata alle regionali nel Lazio Renata Polverini in cerca (pare con successo) di una benedizione ecclesiastica.
Il premier Silvio Berlusconi, privo del solito smalto (solo una battuta con i giornalisti), e il sottosegretario Gianni Letta con il viso tirato, sono arrivati insieme per primi. A seguirli, i vertici delle gerarchie eccelsiastiche capitanati dal segretario di stato vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone. Poco dopo si sono fatte vedere le alte cariche istituzionali: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano accompagnato da una elegantissima Clio, il presidente della Camera Gianfranco Fini con una delle sue allegre cravatte azzurre, e il presidente del Senato, Renato Schifani. Folta anche la rappresentanza del governo con i ministri Tremonti, bretelle sotto la giacca, Fazio, Matteoli, Ronchi, Sacconi, Scajola e un abbronzatissimo Frattini. Il cardinale Camillo Ruini, invece, entrato tra i primi è stato anche tra i primi a lasciare l'ambasciata. Francesco Rutelli in un angolo del salone principale si è intrattenuto in una lunga chiacchierata con il cardinale Angelo Bagnasco e monsignor Fisichella, mentre Pier Ferdinando Casini, comparso sul tardi, si aggirava per le sale affrescate al braccio dell'amico Enzo Carra.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).