Lunetta Savino: «Quando facevo la porno prof»

25 febbraio 2010 
<p>Lunetta Savino: «Quando facevo la porno prof»</p>
PHOTO SIMON - COURTESY OF VANITY FAIR

Altro che la timorosa Cettina di Un medico in famiglia. Lunetta Savino non ha mai avuto pudori quando si tratta di recitare: «Dal 1995 al 2000 sono stata la professoressa Alda Santi Bocconi del Centre Pompinou, il Centro Sperimentale di Pompinologia. Quello spettacolo è stata la mia fortuna».

L'attrice barese lo racconta in una intervista sul prossimo numero di Vanity Fair, in edicola dal 3 marzo. Anche oggi la Savino non ha paura di confrontarsi con ruoli scomodi. Tanto che sarà la madre di due ragazzi gay, interpretati da Riccardo Scamarcio e Alessandro Preziosi, nel prossimo film di Ferzan Ozpetek, Mine vaganti, che uscirà al cinema il 12 marzo. E nella vita? Se scoprisse che suo figlio è gay, l'attrice dice che «sarebbe un po' destabilizzante, ma le mie paure sono altre: la droga, la depressione».

L'intervista completa di Vanity Fair sarà in edicola il 3 marzo.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).