«Raccolta firme offresi»: il caso Polverini e Formigoni diventa uno scherzo tra parlamentari

04 marzo 2010 
<p>«Raccolta firme offresi»: il caso Polverini e Formigoni diventa
uno scherzo tra parlamentari</p>

L'oggetto della e-mail dice: «Istruzioni elettorali offresi». Le caselle di posta elettronica di cronisti parlamentari e onorevoli stamattina sono state invase da un comunicato stampa anonimo, firmato «manuale Cencelli», che sbeffeggia i pasticci creati dal Popolo della Libertà con le liste elettorali.

«Gruppo prima repubblica offresi - si legge nella lettera - modica cifra, per preparazione e presentazione liste elettorali credibili e soprattutto in tempo. Raccolta firme autentiche inclusa nel prezzo. Per un piccolo supplemento possibile anche modifica liste in coda, sbianchettamento livello professionale. Realizzazione a prova di radicali, tribunali e giornalisti. Unica condizione: tenere a distanza dirigenti incapaci». Ma chi sarà stato a prendersi gioco dei clamorosi errori del Pdl? Tutti i sospetti ricadono su Osvaldo Baldacci, giovane portavoce dell'onorevole Udc, Rocco Buttiglione, con solide esperienze nella prima repubblica. Ma il mistero rimane.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).