Fabrizio Corona professore: «Ma non sono quello famoso»

05 marzo 2010 
<p>Fabrizio Corona professore: «Ma non sono quello famoso»</p>
PHOTO KIKA PRESS

Pronto? Il professor Fabrizio Corona?

«Sì, ma io non sono un fotografo. Io insegno musica».

 

Da quando l'agente di fotografi ha annunciato che insegnerà Economia e commercio in una università lombarda, nel mondo dell'istruzione è «esploso» uno strano caso di omonimia. Infatti, un professor Fabrizio Corona esisteva già, all'Istituto superiore di Studi musicali Rinaldo Franci di Siena. E al contrario del "vero" Corona, tanta fama ma nessuna laurea, lui vanta un curriculum di tutto rispetto: diploma in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio Cherubini col massimo dei voti e la lode, diploma di II livello, col massimo dei voti e la lode, in Discipline Musicali presso il Conservatorio Antonio Buzzolla di Adria (con una tesi sul Liederkreis op. 39 di Schumann), varie esperienze teatrali e più di 90 produzioni tra opere liriche e concerti sinfonico-corali. A Siena insegna musica vocale, elementi di lingua fonetica e dizione, pratica per l'accompagnamento e collaborazione pianistica.

 

Professor Corona, lei conosce il suo omonimo famoso?

«Solo di nome. Non seguo il gossip e non sapevo che intendesse darsi all'insegnamento. Poiché non conosco né lui e né la sua preparazione, preferisco evitare commenti su questa sua aspirazione».

Com'è vivere con un nome così ingombrante?

«Qualche volta, magari al supermercato o al ristorante se pago con la carta di credito, alla cassa mi guardano divertiti e fanno qualche battuta».

E i suoi alunni?

«Mai una parola. Però qualche anno fa, quando esplose il caso Vallettopoli, i miei amici mi prendevano in giro: "In televisione non si parla che di te", mi dicevano. Semmai la cosa divertente è un'altra...».

Ce la racconti.

«Qualche anno fa ero a Palermo per un mio concerto. All'uscita dal teatro fui avvicinato da un famoso tenore palermitano. Mi disse: "Professore, desideravo tanto conoscerla. Anche io mi chiamo Fabrizio Corona". I giornali locali, leggendo il mio nome sulla locandina, avevano pubblicato le sue foto. E poiché io accompagno al pianoforte i cantanti lirici, ridemmo all'idea di un concerto insieme. Immagina la locandina? Musica: Fabrizio Corona. Tenore: Fabrizio Corona...».

Se aggiungete «Foto di Fabrizio Corona» siete a posto...

«Sì, ma che confusione...».

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).