Alena Seredova: «Ma che crisi, io e Gigi ci sposiamo entro cinque anni»

11 marzo 2010 
<p>Alena Seredova: «Ma che crisi, io e Gigi ci sposiamo entro
cinque anni»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

C'è un cuore di mamma che batte sotto le forme sinuose di Alena Seredova che, fresca di parto del secondo figlio avuto dal portiere della Nazionale, Gigi Buffon, si è trasformata in uno spietato sicario venuto dall'Est per uccidere un pentito di camorra. Una parte - quella nel film La valigia sul letto di Eduardo Tartaglia, in uscita il 12 marzo - che la showgirl ha accettato senza essere veramente pronta: «Non è bene - spiega - che i figli abbiano la mamma sempre dietro le spalle, ma durante le riprese ho sofferto per la loro lontananza. Forse sono tornata a lavorare troppo presto: Louis Thomas ha poco più di due anni e il piccolo, David Lee, ha ancora solo quattro mesi». Dopo la parentesi del cinema, la Seredova torna a fare la mamma  a tempo pieno e quando parla dei suoi bimbi le brillano gli occhi.

Con due figli piccoli e dopo questo breve ritorno, resterà a lungo lontana dallo spettacolo?
«Sono dell'idea che una donna deve lavorare sia per il bene dei figli che per quello della coppia. Credevo di essere pronta, invece ho fatto una fatica immensa a lasciarli, seppure per pochi giorni. Forse ho ancora bisogno di tempo».

Intanto, però, la vedremo al cinema nel ruolo di un killer...
«È una commedia e non ci sono scene violente, fatta eccezione per una sparatoria. L'ho visto ieri: temevo di non capirlo perché e in napoletano, ma se l'ho capito io che non sono madrelingua, può capirlo chiunque. È un film adatto alle famiglie, bimbi compresi».

E i suoi, di bambini, la vedranno?
«Sono ancora troppo piccoli, non capirebbero».

Che tipo di mamma è?
«Bisognerebbe chiederlo a loro. Io e Gigi teniamo molto all'educazione e credo che i miei figli ce l'abbiano, ma non sono obiettiva: David Lee e Louis Thomas mi sembrano perfetti. Forse sono un po' viziati dai miei genitori perché sono i primi nipoti, mentre i genitori di Gigi ne hanno già sette. Ma dopo due figlie femmine, mio padre è impazzito per i due maschietti».

Desiderate anche una femminuccia?
«Quando ho saputo che il mio primo figlio era un maschio ci sono rimasta male. Ora so che la mamma è il primo amore dei maschietti e non li cambierei per nulla al mondo. Mi piacciono le famiglie numerose e vorrei un altro figlio, anche due, ma non adesso: una gravidanza con due bambini piccoli è faticosa e poi non voglio perdermi i loro primi anni di vita, che sono i più belli».

Che papà è Gigi per i suoi figli?
«Col grande è un giocherellone. David ha solo quattro mesi, è in una fase della vita con cui l'universo maschile fa fatica a rapportarsi: lo tiene in braccio un po', ma poi corre da Thomas».

Gli sta già insegnando i trucchi del mestiere?
«Mio figlio non è portato per il calcio, vuole fare il ballerino».

Ma Gigi cambia i pannolini?
«Quando è arrivato il primo figlio l'ho obbligato a imparare per essere sicura che sapesse farlo in caso di bisogno. Ora mi risparmio la fatica di farglielo fare se non è necessario».

Ultimamente è circolata la voce di una vostra lite a causa delle avances di un altro juventino, Carvalho Amauri, nei suoi confronti. Quanto c'è di vero?
«Nulla, è una bufala, tant'è che io, Gigi e Amauri, per farla pagare al direttore del giornale che ha diffuso questa falsità, gli abbiamo organizzato uno scherzo con la complicità delle Iene».

Niente crisi, allora. E il matrimonio?
«L'intenzione di sposarci c'è, ma non abbiamo una data e neppure tanta fretta. Lo faremo nell'arco dei prossimi cinque anni».

Vedremo la famiglia Buffon al completo ai Mondiali in Sudafrica?
«Mi piacerebbe, ma David è troppo piccolo per fare i vaccini necessari. dovrei lasciarlo con i nonni per tre settimane e non me la sento. Se l'Italia supererà la prima fase, io e Thomas saremo in tribuna per la finale».

Sta dicendo che farà il tifo per l'Italia?
«Io tifo Gigi. Sono molto nazionalista in tutti gli altri campi, non sono nemmeno cittadina italiana. Tifo per la Repubblica Ceca nell'hockey, ma nel calcio seguo il cuore».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).