L'amica della Burt: «Clarissa pensa ancora al dolore per la morte di Troisi»

18 marzo 2010 
<p>L'amica della Burt: «Clarissa pensa ancora al dolore per la
morte di Troisi»</p>

Sono amiche da 12 anni Isabella Cubbone e Clarissa Burt: si chiamano sorelle perché nei momenti più difficili della loro vita si sono sostenute a vicenda.

Dove vi siete conosciute?
«A Roma, io sono una manager e ho aiutato Clarissa durante una campagna elettorale di cui preferisco non parlare in questo momento nel rispetto della mia amica, ma grazie a quel lavoro ora siamo inseparabili. Lei è la madrina di mio figlio».

Durante la trasmissione ha consigliato a Clarissa di esporsi di più. Le sembra che non stia giocando abbastanza?
«Sì, vedo che si frena molto e so anche il perché. Lei ci tiene tantissimo a questa esperienza ed è terrorizzata all'idea di dare un'immagine sbagliata di se stessa. È facile essere scambiate per donne volgari, oggi. Per cui non si espone e ha paura. Ma lei è una donna forte e generosa e sono sicura che piano piano tutti se ne accorgeranno».

Clarissa è innamorata?
«Lo è stata molto. Ma è riservata su questo argomento. Non so si è notato ma lei non parla mai di se stessa, non ha mai fatto nemmeno riferimento alla sua storia con Massimo Troisi, attore e regista napoletano, e del dolore che lei ha provato per la sua morte e a cui pensa. Clarissa non vuole colpire il pubblico con le lacrime».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

...ma clarissa , io sono il nuovo Troisi ma con la laurea; sono giovanni marigliano il medico-scrittore di Ricomincio da 33? , ricordi!? Purtroppo tu come tanti , non avete dato al sottoscritto 1 chance : e di gente allegra e positiva in questo mondo ce n'è sempre piu' bisogno. Cordialmente Gianni ( in arte Catarsi).

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).