Lecciso dopo l'Isola: «È Al Bano il mio punto fermo»

26 marzo 2010 
<p>Lecciso dopo l'Isola: «È Al Bano il mio punto fermo»</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Si dice soddisfatta della sua esperienza all'Isola dei famosi, Loredana Lecciso, che mercoledì sera è rientrata dal Nicaragua e ha partecipato alla trasmissione di Simona Ventura dagli studi Rai di Milano. È felice di aver riabbracciato i suoi figli, ma «Avrei potuto continuare il gioco», fa sapere, «perché ormai aveva trovato il suo equilibrio con la natura». Durante il reality della Ventura si è scoperta una donna indipendente e capace di stare da sola.

 

Loredana, come è andato il rientro a casa?

«Bello. Rivedere i miei tre figli mi ha riempito di gioia. È stato il momento perfetto per uscire dal gioco perché non speravo più nell'eliminazione e, al contempo, continuavo a essere molto felice all'idea di tornare. Ero in equilibrio».

 

I suoi figli come l'hanno accolta?

«Erano emozionati. Ci hanno messo un po' prima di lasciarsi di nuovo andare, mi hanno studiata».

 

Al Bano lo ha già visto?

«Sì. Ma ora non è in Puglia».

 

In che rapporti siete rimasti?

«Al Bano è un mio punto di riferimento. Siamo legati e ci vogliamo bene. Ora andiamo d'accordo, molto più di quando stavamo insieme».

 

Ci sveli l'arcano: perché vi siete lasciati?

«Perché litigavamo molto spesso. Uno dei problemi più grandi era la mia gelosia. Sono una persona estremamente gelosa e lo ero anche di Al Bano. Siamo due caratteri forti e c'erano troppi screzi tra noi. Forse lui avrebbe voluto una donna più docile accanto, una donna più "vecchio stile"».

 

Ma era gelosa anche di Romina?

«Non ero gelosa di Romina ma della loro storia, del tempo e delle esperienze che avevano passato insieme. Però, sul serio, non sono mai stata gelosa della sua persona. Per me Al Bano e Romina erano quello che sono stati per tutti gli italiani, anche io negli anni ottanta ballavo e cantavo Felicità ».

 

Dopo Al Bano si è più innamorata?

«No. Non ho tempo. In un certo senso sarebbe bello trovare un altro amore ma ho anche un po' paura che una relazione con un uomo potrebbe far crollare degli equilibri raggiunti con fatica. Infondo in questo momento il mio ruolo principale è la mamma».

 

E lei che mamma è?

«Vorrei essere una mamma migliore, vorrei concedere più tempo ai miei bambini ma spesso la quotidianità mi assorbe. Mentre Al Bano è un papà fantastico, lui è nato per fare il padre, sa giocare con i bambini e si diverte molto con loro».

 

Tornando all'Isola, ci racconti un po' la sua esperienza…

«L'ho vissuta molto dentro di me, ho voluto confrontarmi con me stessa più che con gli altri. Sinceramente ho apprezzato i non famosi più dei famosi perché non hanno quelle sovrastrutture che appartengono ai vip e secondo me sono in grado di vivere l'Isola fino infondo, sono persone semplici che mi hanno ricordato la mia famiglia e mi hanno fatto sentire a casa».

 

E Aldo Busi?

«È il naufrago dal quale ho attinto di più e mi ha fatto molto piacere conoscerlo, però devo ammettere che è bravissimo a spiazzare. Cambia umore facilmente e, come si è visto, ha dei modi di fare molto particolari, ma sono molto contenta di avere avuto l'opportunità di fare l'Isola con lui».

 

Un'ultima cosa: come stanno i suoi piedi? E i suoi capelli?

«Bene grazie. Appena eliminata ho fatto 4 docce di seguito. Non potevo smettere. Continuavo a farmi shampoo e balsamo come una bambina che scopre per la prima volta l'acqua. Anche i miei piedi stanno bene. Io cammino sempre sulle punte e, ahimè, anche le mie bambine hanno preso questa abitudine. Brigitta, mia figlia di 16 anni, è alta 178 centimetri e comunque cammina sempre sulle punte dei piedi. E pettinarla è un vera impresa».

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
sonia 81 mesi fa

per loredana vai a caca.....................................................romina r romina

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).