Claudia Koll e il suo prossimo film (da regista)

17 giugno 2010 
<p>Claudia Koll e il suo prossimo film (da regista)</p>
PHOTO KIKA PRESS

Dopo la svolta spirituale del 2000 («sono figlia del Giubileo» ha detto), Claudia Koll, 45, l'ex attrice (osé) di Così fan tutte di Tinto Brass, si appresta a debuttare alla regia. Porterà sullo schermo la pièce di Giovanni Paolo II La bottega dell'orefice, che racconta gli intrecci e i risvolti sentimentali di tre coppie.

In un'intervista al Corriere, l'attrice racconta di sé, della sua metamorfosi: «Sono una donna che avendo incontrato Dio si spende per vivere la vita nella sua pienezza. Ma non sono una suora laica o una fanatica, come qualcuno ha scritto». E confida le sue gioie di mamma affidataria, di un ragazzo di 17 anni diabetico, originario del Burundi: «Ogni tanto mi chiama mamma. Se fosse rimasto lì, sarebbe morto, non c'è dialisi per i reni». E del suo vecchio lavoro, che cosa ne pensa? «Non mi sono mai rivista in quelle scene. Ma perché dovrei? Al passato non penso mai». Lei che con il cinema ha chiuso, anche da spettatrice, dice: «Andrò a vedere Habemus Papam di Nanni Moretti, mi piace confrontarmi con chi non la pensa come me».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).