Un aperitivo con Clive Owen, alias Bulgari Man

24 giugno 2010 
<p>Un aperitivo con Clive Owen, alias Bulgari Man</p>
PHOTO COURTESY OF BULGARI

23 giugno, ore 19,30, Hotel Bulgari di Milano, bel tramonto, una fortuna di questi tempi. Sono elegante e in forma, me lo dico da sola: abito da cocktail, tacco 12, e ho fatto un salto da Coppola. Sì, perché ho un appuntamento importante: devo bere un aperitivo con Clive Owen, ( guarda il video). Piccolo particolare: purtroppo non si tratta di un tete a tete.  Accanto a me, in prima linea ad aspettarlo, è schierata tutta la stampa internazionale arrivata da ogni parte del mondo per per conoscere, ma soprattutto ammirare l'attore inglese scelto dalla maison italiana come testimonial del nuovo profumo maschile, Bulgari Man, che sarà sul mercato a settembre.

Alto, fisico imponente, tratti marcati, occhi chiari, con l'espressione un po' ingrugnita, ma dolce, Clive, che dal 25  giugno vedremo sugli schermi nel film Ragazzi miei di Scott Hicks, è decisamente bello, anche se forse un po'  magro per i miei gusti: nella campagna pubblicitaria del jus diretta da Mario Sorrenti, ispirata alle atmosfere eleganti dei romanzi di F. Scott Fitzgerald e ai personaggi raffinati della "dolce vita" che scorre sui video installati nel giardino, in effetti, sembra più possente.

Abito grigio e camicia bianca, si lascia fotografare, riprendere, risponde gentilmente a qualche domanda veloce, sempre con il sorriso sulle labbra. Non stupisce vedendolo di persona che la stampa inglese nel 2005 lo volesse a tutti i costi come il nuovo James Bond. Io , personalmente, considerato il mio lavoro, me lo ricordo più come il volto di un un altro profumo, francese.

Fare innervosire i personaggi famosi non è nel mio carattere, ma in testa mi frulla da un po' la domanda che mi pongo ogni volta che succedono questi repentini cambi di brand : «Scusi ma fino a ieri era legato a un altro profumo. Poco fedele?». La faccio, non la faccio? Mi anticipa la pr di Bulgari: «Gli è già stata posta e lui ha risposto calmo e sicuro: «Si cambiano con grande facilità le mogli, e nessuno si stupisce. Io non cambio moglie (è sposato da 14 anni con l'attrice Saras-Jane Fenton da cui ha avuto due figlie), ma cambio profumo. Meglio no? Le cose evolvono, si fanno delle scelte, si investe in altri progetti».

Non male, come risposta. Bello e intelligente. E allora decido di gustarmi  questo suo nuovo progetto seguendolo nel percorso olfattivo ricreato nel giardino dell'hotel,per far toccare con mano gli ingredienti (dal bergamotto di Calabria, al fiore di pera bianca, al vetiver) di una fragranza che farà parlare. Perché è un piacere per l'olfatto e per la vista. A partire dal flacone: elegante, rigoroso, maschile. Ma soprattutto rassicurante. Come Clive.

> Guarda il video della serata

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).