Pato, il divorzio gli costa più del matrimonio

16 luglio 2010 
<p>Pato, il divorzio gli costa più del matrimonio</p>
PHOTO LAPRESSE

Un anno e mezzo fa, l'attaccante del Milan Pato (all'anagrafe Alexandre Rodrigues da Silva), 20 anni, aveva chiesto la mano all'attrice Stephany Brito, 23 anni, a Parigi sulla Tour Eiffel. E con un diamante costato caro. Ma adesso, al giocatore costerà più caro il divorzio.

Pato aveva sposato Stephany il 7 luglio dello scorso anno, con bomboniere a forma di cuore. Due mesi fa la separazione, causa «conflitti insanabili». Ora i giudici brasiliani del tribunale di Rio hanno deciso che lei ha diritto a un quinto dello stipendio e dei futuri introiti derivanti dai contratti pubblicitari del calciatore.
Il totale (da corrisponderle in un assegno di mantenimento con effetto immediato) è da capogiro: 800 mila euro l'anno. Non sono certo i 2 milioni e mezzo di euro l'anno chiesti dagli avvocati di lei, ma neanche i 2 mila euro al mese offerti dai legali di lui.

E' una cifra provvisoria («in attesa che si giunga a una sentenza definitiva»), ma comunque «enorme», nota un'esperta di diritto di Rio, se si considera che «il matrimonio è stato breve e non ci sono figli a carico».

Quel che è certo, è che la fine del matrimonio costerà all'attaccante del Milan molto (molto) di più del milione di euro speso (e appena un anno fa) per festeggiarne l'inizio.

Leggi anche, sul mondo del calcio:

>> Anna Billò, il volto dei Mondiali Sky: «Leonardo mi ha conquistata con un caffè»

>> I più belli dei Mondiali, scegli il tuo preferito

>> Speciale Mondiali 2010

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
CARLO 77 mesi fa

essere famoso e ricchi non salva da un naufragio,anzi fà capovolgere anche la zattera di salvataggio,auguri per il futuro calcistico che ti dà molto di piu ma non rinunciare all'amore perchè esiste.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).