Blasi: «Mio marito e il sesso? Per fortuna ci sono gli allenamenti»

11 agosto 2010 
<p>Blasi: «Mio marito e il sesso? Per fortuna ci sono gli
allenamenti»</p>
PHOTO COURTESY OF VANITY FAIR

Ilari Blasi, 29 anni,  da giugno 2005 moglie di Francesco Totti con il quale ha due figli: Cristian di 4 anni  e mezzo e Chanel di tre. A settembre tornerà alla conduzione delle Iene su Italia uno. Intanto, a Vanity Fair ha raccontato la sua vita con "er pupone".

Lei come si è regolata nel suo rapporto di coppia?
«Ho sempre salvaguardato la mia indipendenza. Uno spazio di autonomia dove puoi far crescere la tua personalità, in modo trasparente rispetto al tuo fidanzato-compagno- marito. Se questo è egoismo, allora sono una grande egoista. Ho sempre pensato che si dà di più se si è spontaneamente pronti a dare. Quando invece diventa un obbligo, il rapporto si consuma più in fretta. Francesco questo lo ha saputo capire, e ha avuto il meglio da me».

La gelosia non esiste tra voi?
«All'inizio la gelosia può anche lusingare. Capisci che il tuo partner ci tiene a te, che vuole essere nella tua vita, sempre. Ma, crescendo, non può essere così. Certo, se pensi al tradimento ti sale subito il sangue al cervello. Ma mi domando: quante coppie possono vantare un rapporto d'amore profondo? Si deve ridurre sempre tutto alla solita camera da letto?».

Si spieghi meglio.
«Certo, il sesso è importante. Ma non dura tutta la vita, e non cresce di pari passo con il matrimonio. Se nello stare insieme non ci si apre a uno scambio più intimo, per costruire qualcosa insieme, la famiglia si sgretola. Oppure resiste in modo ipocrita, per calcolo, per ragioni economiche, per facciata. Da bambine ci insegnano che il sogno è sposarsi: "Il giorno più bello". Poi i _ gli: "La gioia più grande". Ma come si fa a tenere in piedi la favola, ad alimentarla? La risposta più frequente è: "Ci vuole la passione". È molto raro, però, che la passione sia per sempre. Credo invece che sia più importante salvaguardare l'identità dei singoli che formano la coppia, senza prevaricazioni, senza che il matrimonio diventi un peso. In questo i gay hanno molto da insegnare ».

In che senso?
«Le loro storie d'amore possono essere molto generose, perché non c'è l'obbligo di stare insieme. Se accade, è perché il sentimento è forte. Non ci sono altri vincoli. Due persone che si rispettano scelgono di condividere una parte della vita».

La sua ricetta di condivisione?
«Non c'è spazio per la gelosia infantile, ma solo per la sincerità tra due persone che vogliono conoscersi e confrontarsi, anche con qualche bisticcio, ma con il desiderio di ritrovarsi sempre. E magari poi fare anche le capriole tra le lenzuola ».

Suo marito, glielo ricordo, sempre in quell'intervista ha detto che vorrebbe fare l'amore tutti i giorni.
« Lo ha detto per lusingarmi. E poi perché, in effetti, è un po' fissato. Per fortuna ci sono gli allenamenti e i ritiri».

L'intervista completa su Vanity Fair 32/2010 in edicola da mercoledì 11 agosto

>> Totti e Ilary, la coppia più bella dell'estate
>> Totti e Ilary in vacanza
>> Francesco Totti a Radio2: «Farei l'amore tutti i giorni»

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ryan milano 76 mesi fa

con tutti showgirl ke esistono sei la piu bella !scherzosa ma nn vulgare !ti adoro resta come sei!grazie di esistere!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).