Fan (e qualche danno) per Joaquin Phoenix al Bungalow 8

07 settembre 2010 
<p>Fan (e qualche danno) per Joaquin Phoenix al Bungalow 8</p>

Notte ad alto tasso di sensualità ieri sera alla Palazzina Grassi. La location esclusiva ospita per la durata del Festival il Bungalow 8, lo storico locale newyorkese, che diventa qui il luogo di incontro delle star internazionali presenti in laguna.

Nella Krug Lounge si sono dati appuntamento Clive Owen, Ben e Casey Affleck per bere insieme champagne. Con loro Lola, la figlia del pittore e regista Julian  Schnabel, in versione masquerade con gli occhi coperti da piume e ricami oro. 

A movimentare la serata ci ha pensato Joaquin Phoenix: scatenato nelle danze e con i drink ha urtato incidentalmente un'applique in vetro da 25 mila euro, rompendo una parte della preziosa lampada da muro.

Il tutto mentre raggiungeva le sue numerose fan tra le quali anche Myriam Catania, moglie di Luca Argentero che, accompagnata dalla sorella, ha cercato per tutta la sera di attrarre la sua attenzione. Chissa se Luca lo sa!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).