Caterina Balivo: «Con me gli uomini scappano»

14 settembre 2010 
<p>Caterina Balivo: «Con me gli uomini scappano»</p>
PHOTO ALAN GELATI - COURTESY OF VANITY FAIR

Rosica. Sono passati undici anni esatti da quando è arrivata terza nella finale di Miss Italia vinta da Manila Nazzaro, ma lei rosica ancora. Caterina Balivo è fatta così, le sconfitte le incassa, ma non le dimentica: «Certo che ci ripenso, ero andata lì per arrivare prima e hanno scelto un'altra. Non dico che la decisione non fosse giusta, solo che mi è dispiaciuto».

Dal 13 settembre Caterina è la conduttrice, con Milo Infante, di Pomeriggio sul 2, programma che le è stato affidato dopo la chiusura di Festa italiana, contenitore di intrattenimento pomeridiano di Raiuno, di cui è stata la primadonna per cinque edizioni. Al suo posto, con un'ora di programma a testa, arrivano prima Maurizio Costanzo con Bontà loro e poi Paola Perego con Se... a casa di Paola. (...)

 

Come ha preso la chiusura di Festa italiana?

«Non credo sia una punizione. Né un giudizio di merito sul mio lavoro. Festa italiana è stato un programma di successo di cui rivendico la maternità. Non lo dico io, ma i dati di share. Abbiamo abituato il pubblico di Raiuno ad avere un programma di intrattenimento sul genere people-show al pomeriggio. E a volte abbiamo anche battuto la concorrenza di Canale 5, che schiera nella stessa fascia oraria un pezzo da novanta come Maria De Filippi con Uomini e donne. Insomma, un risultato che anche professionisti come Giletti non erano riusciti a raggiungere».

Veniamo a Pomeriggio sul 2. Non è una passeggiata: prima di lei hanno in qualche modo fallito Roberta Lanfranchi, Francesca Senette e Lorena Bianchetti, che è però rimasta nella squadra con lo spazio Dillo a Lorena. Che ne pensa?

«Che se fosse stato facile non avrebbero scelto me. Io sono abituata a risolverli i problemi, non a porli. Sono una combattiva che preferisce competere con persone capaci e intelligenti. Sarà per questo che gli uomini generalmente scappano».

A proposito: con Infante come si trova?

«È un bel ragazzo di Milano. La sua professionalità giornalistica compenserà la mia professionalità vulcanica. Può funzionare».

È vero che parecchie sue storie d'amore sono finite con un tradimento da parte del partner?

«Spesso. Agli uomini do molto e per questo pretendo altrettanto. Ma non sempre sono disposti a mettersi in gioco. Visto che sono arrivata nella città delle single, credo che molte ragazze della mia età possano capire il problema».

 

L'intervista completa è su Vanity Fair n. 37 in edicola dal 15 settembre

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
marco 75 mesi fa

ma questa e' una donna o e' un orchidea? e' favolosa nei discorsi che fa e nelle foto con il suo sorriso tremendamente scioccante.. che donna.. beato chi se la piglia!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).