Decadenza, amore mio

di Marina Lanza 

Arrivano a Milano le storie sospese di Angela Loveday, a toccare corde nel profondo e, forse, altrove

Marina Lanza

Marina Lanza

EditorScopri di piùLeggi tutti


Lithium 05 @ Angela Loveday - stampa lambda su dibond, cm 100 x
66

Lithium 05 @ Angela Loveday - stampa lambda su dibond, cm 100 x 66

Classe 1984, Angela Loveday è un giovane talento con un forte interesse nelle letture filosofiche ed esoteriche, e per la sua mostra À Rebours - Controcorrente si è ispirata dal libro Controcorrente" di Joris-Karl Huysmas, considerato la Bibbia del decadentismo, scritta nel 1884.

Quella che propone nelle sue immagini è una decadenza indefinita, visionaria, simbolica, capace di evocare realtà profonde e mondi paralleli. Una rappresentazione che non si limita all'estetica barocca, ma che, come dice l'artista, «va oltre agli strati superficiali della realtà, in una zona in cui l'identità scompare e si fonde con il tutto. Tale immagine diviene inevitabilmente oscura, accessibile a pochi "iniziati".»

Cosa: À Rebours - Controcorrente di Angela Loveday, a cura di Claudio Composti

Dove: MC2 Gallery, viale Col di Lana 8, Milano

Quando: dal 20 marzo al 20 aprile 2012

Orari: da martedì a venerdì, dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Info: www.mc2gallery.com oppure con una mail: mc2gallery@gmail.com


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it