Ma tu, sai cos'è il Neon-Realismo?

di Marina Lanza 

L'ha inventato Agnes Spaak. A Roma la sua personale

Marina Lanza

Marina Lanza

EditorScopri di piùLeggi tutti

Ritratto di Agnes Spaak.

Diciamo subito che il Neon-Realismo non è un refuso, ma un nuovo genere di narrazione fotografica, che si ottiene con una tecnica molto particolare, nel cogliere le immagini attraverso una luce intermittente.

L'effetto è frammentato, fluo, evanescente e riconduce alla considerazione che la realtà dove viviamo sia altrettanto indeterminata, intermittente e destinata a estinguersi, attimo per attimo.

In altre parole, con questo metodo, Agnes Spaak è riuscita a riportare nelle sue foto un nuovo punto di vista da dove riprendere la realtà. Diverso anche nella percezione del tempo. Un punto di vista che riesce a fermare l'immagine del nostro vivere nella sua assoluta impermanenza "Come scritta sull'acqua: dove tutto scompare appena riappare" (cit. Gian Paolo Serino, critico).

 

Agnes Spaak Nata a Parigi. Figlia di Charles Spaak, sceneggiatore di capolavori del cinema francese come «La grande illusione» e altri. Inizia fin da giovanissima a respirare il mondo intellettuale e artistico della Parigi creativa degli anni '60. Si trasferisce in Italia e lavora come attrice, dove gira il suo primo film «Un amore», tratto dal libro omonimo di Dino Buzzati. Roma diventa la sua città e gira il mondo come attrice recitando in oltre trenta pellicole. Tra un set e l'altro, scopre la sua passione per la fotografia e inizia una nuova vita, collaborando come inviato speciale di grandi case di produzione come la Twenty Century Fox, Titanus, realizzando ritratti fotografici tra cui quelli di Claudia Cardinale, Oliver Reed, Florinda Bolkan, Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Jeanne Moreau e tanti altri. Nel 1975 decide di stabilirsi a Milano per approfondire la sua ricerca fotografica nel mondo della Moda. Viene assunta come redattrice e fotografa per la casa editrice di Edilio Rusconi per vari anni, oggi gruppo Hachette. Nel 1999 diventa libera professionista e collabora con le più grandi case editrici come Rizzoli, Mondadori e Condenast. Oggi continua a viaggiare realizzando servizi di moda. Nel 1985 tiene una sua mostra, ispirandosi al pittore Balthus, incentrata sul mondo adolescenziale per la casa di moda Biki.

 

Cosa: Mostra fotografica. "Le reve dans le reve" di Agnes Spaak.

Dove: Galleria  Vittoria Via Margutta 103, Roma

Quando: dal'8 al 18 marzo 2012.

Orario: da lunedì a venerdì ore 15-19

Info: galleriavittoria.comagensspaak.com

tel. 06 36001878

 

 


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it