Ritrovarsi a San Paolo do Brasil (e non perdersi la Biennale)

di Margherita Visentini 

Forse non tutti lo sanno, ma il prossimo Paese che ospiterà le Olimpiadi, nel 2016, sarà il Brasile. E non potete immaginare quanto fermento ci sia già in città per un evento, seppur molto lontano, ma così importante per la nazione. Un esempio? Una splendida Biennale (scoperta per caso) con artisti da tutto il mondo

Margherita Visentini

Margherita Visentini

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Atterrata a San Paolo, nel tragitto che mi porta dall'aeroporto al centro della città brasiliana, mi trovo immersa in una realtà brulicante di vita. Le strade sono piene di un'infinita varietà di forme e colori: persone, bancarelle, edifici, sia antichi che moderni, accostati gli uni agli altri, graffiti, street art, musica.

Percepisco sin da subito un'energia e una voglia di vivere contagiosi, e poco dopo ne ho la conferma: incontro infatti Ciro, un amico di San Paolo che per darmi il benvenuto mi introduce alla filosofia di vita brasiliana: «Noi cerchiamo di vivere al massimo il presente, il momento. Ogni giorno è fondamentale per fare qualcosa di unico. Vivere in Brasile significa cercare la tua strada, capire cosa vuoi dalla tua vita ogni giorno e darti da fare per questo sogno! Questa, per noi, è la felicità!».

Faccio mie queste parole, e decido che in questo mio viaggio avrò gli occhi spalancati, le orecchie ben aperte e il cuore pronto ad accogliere tutto quello che questa città pulsante avrà da offrirmi.

 

ALTRI DIARI DI VIAGGIO:

>> Le vie dei Catari
>> Santo Domingo alla moda


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it