Shanghai per due

di Giulia Lina Callegari  

Dal comfort del Waldorf Astoria ai vicoli pieni di fili elettrici. Shanghai è un luogo dove bisogna andare almeno una volta nella vita per capire molto della Cina

Giulia Lina Callegari

Giulia Lina Callegari

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Shanghai è un posto magico. Incontro Giovanni qui, dopo quasi due mesi che non ci vediamo. Per l'occasione abbiamo scelto un albergo speciale, carico di storia e misteri, ascensori di ferro antico e charme coloniale: ci concediamo il lusso di dormire al Waldorf Astoria, in pieno Bund.

Non è la prima volta che veniamo a Shanghai e sappiamo che questo posto si odia o si ama: perché gli odori sono molto intensi, le strade sono affollate e, quando qualcuno ci rivolge la parola, non capiamo niente, neanche a gesti.

Sappiamo anche che qui non sono sopravvissuti molti monumenti - Mao ha voluto che tutti i simboli del potere fossero distrutti - eppure camminare per gli hutong, guardare le piccolissime finestre della French Concession, spiare nei vicoli, schivare le biciclette e vedere grattacieli che due mesi fa erano alti come un soldo di cacio, ci conquista sempre.

A Shanghai bisogna assaggiare la cucina dello Yunnan, l'unica al mondo capace di ricordarmi quella di mia nonna Lina, che era emiliana. Bisogna passeggiare, la sera, sul Bund e pensare agli espatriati che a inizio Novecento popolavano la notte shanghainese, in frac. E non si può non perdersi, almeno una volta, in mezzo ai vicoli pieni di fili elettrici, biciclette e bambini che fanno pipì all'aperto.

In ultimo, bisogna sforzarsi di capire, concentrarsi e saper ascoltare. Tutto è diverso qui. Shanghai non è una città che si scrive in quattrocento parole e forse nemmeno in quattromila - ma è un posto dove bisogna andare, almeno una volta nella vita, per capire molto della Cina, e per imparare a essere stranieri, una volta tanto.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it